favorite
Categorie
Podcast & Programmi
logo event the castle
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

Laura Minnozzi

Sana alimentazione, i 3 consigli di Laura Minnozzi

Condividi

“Mangiare deve essere un atto semplice” ci ha detto Laura Minnozzi, biologa nutrizionista che ci ha dato alcuni consigli su come tornare alla vera origine della nostra amata dieta mediterranea e su come dosare carboidrati e zuccheri. “Mangiamo quello che più ci piace – ci ha detto l’esperta – anche tutto, non c’è problema, sempre che si stia nella giusta misura e in modo semplice” 

Ascolta il podcast con l’intervista a Laura Minnozzi

Con Laura Minnozzi parliamo di alimentazione vegetale.

“La dieta mediterranea in realtà non è proprio come la pensiamo noi adesso e come anche tanti professionisti la decantano. La dieta mediterranea è una dieta prevalentemente vegetale che si basa su frutta, verdura, cereali integrali, legumi, frutta secca e grassi sani tra cui il nostro amato olio di oliva.

Olio d’oliva, prezioso alleato

La dieta sana secondo Laura Minnozzi

Poi sono presenti anche alimenti di origine animale come la carne, il pesce, le uova e i latticini però non dovrebbero essere così presenti come purtroppo vedo spesso in tante diete che riportano appunto alla dieta mediterranea. Parliamo in particolare del pesce: una volta il pesce aveva senso mangiarlo dalle 3 alle 4 volte alla settimana magari anche tutti i giorni. Attualmente con i livelli di inquinamento che abbiamo nel mare purtroppo non mi sentirei di metterlo tutti i giorni. Consideriamo che i pesci più consumati sono quelli grandi quindi torno il salmone magari allevato, pesce spada. Questi si portano dietro anche tanto mercurio, ecco perché andrei di più sui pesci piccoli stagionali.

Carboidrati, quanti mangiarne?

Ci sono molte false informazioni sui carboidrati che dovrebbero essere la base della nostra alimentazione. Adesso sono molto in voga le diete chetogeniche low carb che chiaramente per certe condizioni cliniche patologiche hanno assolutamente senso e quindi è bene che ci siano e vengano date. Però promuoverle come stile di vita non è molto corretto, si tende infatti a sopperire con la carne, molto pesce, uova.

Carboidrati, vietato eliminarli

In questo modo la dieta si arricchisce molto di alimenti di origine animale, molto di più rispetto a quello che dovrebbe essere in una dieta mediterranea corretta e si arricchisce quindi anche di colesterolo, molto probabilmente anche di prodotti animali di dubbia qualità.
I carboidrati io li consiglio in tutti i pasti, volendo anche negli spuntini perché anche la frutta è una fonte di carboidrati semplici. Chiaramente attenzione anche alle fonti di carboidrati: scegliamo cereali integrali, farine di grani antichi non per forza farina integrale; in questo modo variamo la fonte di carboidrati e variano le vitamine e i minerali che assumiamo che fanno tanto bene all’intestino.

Se si mangiano pochi carboidrati è meglio inserirli gradualmente, perché se ne mangiamo troppi in un colpo avremo una ritenzione dei liquidi. Il consiglio che posso dare è di introdurli gradualmente e nel caso di chi fa sport ricordo che sono assolutamente fondamentali perché è proprio la benzina che dà la giusta carica.

Parliamo di zuccheri: quali scegliere? Lo zucchero va bene però va bene nella giusta quantità. Non ha molto senso consumare tanto zucchero di canna perché alla fine è sempre zucchero. Quello che consiglio io è: sì al dolce anche tutti i giorni per appagarci però nella giusta quantità, alla fine ci vuole sempre la giusta misura per tutto quanto.

Zuccheri, i consigli di Laura Minnozzi

Per chi desidera passare da un’alimentazione onnivora ad una vegetale dico che è importante essere seguiti perché il rischio che manchi qualche apporto è dietro l’angolo. Come indicazione principale direi questo: inizia a consumare almeno una volta al giorno i legumi sotto tutte le varie forme: non solo legume intero ma anche curry di ceci insieme al riso basmati oppure farina di legumi. Facciamoci ad esempio una farinata di ceci con la farina di ceci, esiste la pasta di legumi che è molto conveniente. Come primo passo puntiamo a consumare legumi una volta al giorno perché già più volte al giorno all’inizio potrebbe risultare un eccesso di fibra per l’intestino e quindi poi avere effetti collaterali non troppo graditi.

Legumi, ottimi sostituti della carne

Attacchi di fame cosa fare?

Intanto bisogna riconoscere se una fame fisiologica o una fame più emotiva e nervosa. Nel caso di fame fisiologica ricordo che in media ogni due tre ore la fame arriva e sicuramente il mio consiglio è quello di bilanciare tutti i pasti che contengono tutti i macronutrienti: la fibra, i carboidrati, le proteine e le fonti di grassi. In questo modo gli attacchi di fame arrivano ma molto meno potenti. Porterei sempre appresso della frutta secca, anche della frutta essiccata come i datteri, i fichi secchi, del cioccolato fondente che è una buonissima fonte di grassi, tutte cose comode da potersi portare quando abbiamo poco tempo e siamo in giro”.

Come arginare i disturbi digestivi o di stomaco in primavera

Ci dice Laura Minnozzi: “Lo noto soprattutto in chi soffre di gastrite e reflusso: in certi periodi dell’anno i disturbi si fanno sentire di più. Chi segue una dieta ben bilanciata non soffre più di questi disturbi. Quindi bisogna andare ad agire sulla prevenzione magari con qualche integratore naturale. .

In conclusione, secondo Laura Minnozzi, mangiare deve essere un atto semplice. Con la giusta misura, facendo attività fisica possiamo mangiare quello che più ci piace.