Bandiera Blu

Le spiagge italiane alla conquista della bandiera blu

Annunciati i comuni premiati con la Bandiera Blu, assegnata alle località turistiche balneari che puntano sulla gestione sostenibile del territorio e ne rispettano criteri tra cui educazione e informazione, qualità delle acque e gestione ambientale. Ben 21 le new entry in questo 2021.

bandiera blu
Bandiera Blu

La Ong internazionale Fee (Foundation for Environmental Education) conferisce anche quest’anno il riconoscimento Bandiera Blu ai comuni che si sono impegnati egregiamente per garantire sostenibilità e rispetto del territorio. Sono dunque 201 le località della riviera e 81 porti turistici che hanno visto assegnarsi il vessillo.

Il Programma Bandiera Blu per la certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche si è affermato ed è attualmente riconosciuto in tutto il mondo, sia dai turisti che dagli operatori turistici, come un valido segno di qualità relativamente al turismo sostenibile in località turistiche marine e lacustri.

Le aree riconosciute Bandiera Blu 2021

Sono 15 dunque i nuovi ingressi e sul podio si conferma prima la Liguria con 32 località, mentre sale in seconda posizione la Campania con 19 Bandiere, al terzo posto la Toscana che ottiene 17 vessilli blu a parimerito con la Puglia che guadagna due bandiere. Il mare cristallino è presente in ben 416 spiagge, un’ottima motivazione per trascorrere le vacanze estive nel Bel Paese.

Il riconoscimento che vede protagonisti quest’anno più di 400 luoghi meravigliosi, viene assegnato in base a ben 32 criteri molto rigidi che assegnano il sigillo di qualità soltanto alle zone che sono risultate realmente impegnate e costanti sotto diversi punti di vista: oltre mare risultato “eccellente” negli ultimi quattro anni, anche efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, raccolta differenziata, vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato e aree verdi.

Le premiazioni sono state decretate da una Giuria nazionale di cui fanno parte anche i ministeri della Transizione ecologica, delle Politiche agricole e del Turismo, ci sono anche strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, segnaletica aggiornata, educazione ambientale. Una squadra che non lascia alcun dubbio all’autenticità delle assegnazioni.

Nei vent’anni nei quali il Programma Bandiera Blu ha accompagnato tanti dei Comuni rivieraschi italiani, è stato possibile verificare un’evoluzione significativamente positiva delle condizioni di vivibilità dei Comuni stessi, pur con un incremento delle pressioni esercitate dall’aumento del numero di turisti che frequentano tali località.

Leggi anche il nostro articolo dedicato a Cavallino Treporti e la pista ciclopedonale

Redazione

Fonte: ANSA

Fonte immagini: sito ufficiale Bandiera Blu

©2021 Radio Wellness®

Condividi su:
Scroll Up