favorite
Categorie
Podcast & Programmi
logo event the castle
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

Burlesque

Burlesque: una scelta di vita fuori dagli schemi, 5 motivi per farsi sedurre da quest’arte

Condividi

La scelta di lasciare l’Italia per trasferirsi a Cipro, la fatica e la solitudine dei primi anni, il “colpo di fulmine” per il Burlesque, una passione oggi diventata uno stile di vita e una professione. A Radio Wellness la storia di Stefania Bongiovanni.

Fare della propria passione una professione: il sogno di tutti noi. Quando si riesce ad unire questi due aspetti così importanti della propria vita, si può dire si essere molto fortunati, e bravi!

E’ successo a Stefania Bongiovanni, originaria di Padova e che da circa 5 anni vive a Cipro con il compagno.

Un’idea coltivata per tanto e che si è realizzata proprio in un momento di difficoltà, quando cioè la sua azienda in Italia ha iniziato ad avere dei problemi. Ecco la spinta che serviva: Stefania e il suo compagno lasciano il nostro Paese per stabilirsi nella bellissima isola.

Da qui poi la decisione di far diventare il Burlesque una delle sue attività è stata un passo naturale

Ascolta l’intervista a Stefania Bongiovanni

Burlesque, uno stile di vita

“I primi anni sono stati duri, per vari motivi: fatica ad ingranare con il lavoro, alcune scelte sbagliate, le porte sbattute in faccia, errori dettati da ingenuità. Poi piano piano le cose sono cambiate, complice la meravigliosa vita che offre Cipro: il clima, il mare, lo stile di vita slow e molto altro. E poi la decisione di far diventare la passione per il Burlesque una professione”.

Stefania Bongiovanni, in arte Vanilla Rose

Anni fa Stefania assiste per caso ad uno spettacolo di Burlesque e da lì la folgorazione. “Guardando quelle meravigliose performer sul palco – ci racconta Stefania – decisi che avrei voluto essere come loro. Così lontane dagli attuali stereotipi di bellezza filiforme, così seduttive e sicure di sé, bellissime nella loro unicità e nei loro costumi scintillanti, sexy ed ironiche allo stesso tempo.

Ho sempre avuto una passione sfrenata per lo stile vintage, anni ’40-50-60, sono cresciuta guardando i film americani e i miei idoli erano le divine Marilyn Monroe, Rita Hayworth, Jane Russell, e tutte quelle meravigliose attrici dell’epoca.

via GIPHY

Lo stile, l’abbigliamento, la musica… tutto questo mi affascina! Insomma, nel 2014 cominciai a prendere regolarmente lezioni e divenni Vanilla Rose. Poi a giugno 2016, quando ero pronta per iniziare ad esibirmi sul serio… partii per Cipro. Dove il Burlesque non esiste! O meglio non esisteva fino a quando non ho cominciato io a promuoverlo sul serio.

Qualche anno fa ho iniziato a tenere dei corsi, oggi faccio lezioni on line per allieve in tutto il mondo”.

5 motivi per farsi sedurre dal Burlesque

Un concetto per me estremamente importante e che non manco mai di ripetere milioni di volte e’ quello che il Burlesque non e’ un semplice ballo, ma e’ una forma mentis. Certo, e’ estremamente divertente, è ironico, e’ anche un ottimo workout (anche se nessuno lo direbbe) e uno strumento per sviluppare la creatività (come ad esempio per la creazione di costumi ed accessori o per lo sviluppo della parte recitativa e dell’interpretazione di personaggi), è utile per il self empowerment.

Stefania Bongiovanni a lezione con le sue allieve

E’ women empowerment, e’ lo strumento magico per aumentare l’autostima, per sentirsi belle ad ogni età e a prescindere dalla taglia. E’ la celebrazione della bellezza femminile in tutte le sue sfaccettature. La celebrazione dell’unicità. Beh, non solo femminile, perché abbiamo anche il Boylesque e soprattutto la Burlesque Comunity a livello globale e’ tra le più aperte ed accoglienti (friendly and inclusive). Siamo promotori e di divulgatori di concetti come #BodyPosivity #GenderFree #LGBT+ #BlackLivesMatter e molti altri movimenti.

Cerco sempre (e per fortuna ci riesco, da quello che mi dicono) di creare un ambiente accogliente, nel quale sentirsi perfettamente a proprio agio, interagire con le altre e divertirsi. Alcune mi dicono che le lezioni le cambiano in meglio: si piacciono di più, si sentono più sicure di sé, sexy, in forma, belle. A molte di loro succede ciò che e’ successo a me: diventano la versione migliore di loro stesse”.

Stefania ha creato anche The Girlfriends’Circle, una community per sole donne finalizzata a conoscere nuove amiche, sviluppare il proprio business attraverso attività di networking e diventando host o fornitori di eventi di tipo socialite (cene, beauty and wellness parties, coffee mornings, charity events, ecc.), di tipo culturale (workshop per lo sviluppo personale, spirituale e professionale, visite a musei, ecc.) e di tipo sportivo (camminate, giri in canoa, lezioni di yoga, ballo, ecc.).

Un altro momento della lezione

FB https://www.facebook.com/thegirlfriendscircle

IG https://www.instagram.com/the_girlfriends_circle

YouTube https://www.youtube.com/channel/UCbSG-TIYMV5QO0YL7HM_ACA

Cos’è il burlesque

Il Burlesque è una forma di spettacolo che trova le sue origini nell’Inghilterra del XVIII secolo: importato negli Stati Uniti, questo genere d’intrattenimento ha subito molteplici trasformazioni fino a diventare, nel XIX secolo, uno show essenzialmente caratterizzato da una combinazione efficace di satira e danze di ballerine.

Quello che oggi viene inteso come Burlesque in realtà dovrebbe essere definito new-Burlesque: durante gli anni Novanta la passione e il ritrovato apprezzamento per il mondo del vintage attribuiscono nuovo significato al burlesque.

Lo stile delle performer è sicuramente inconfondibile, fatto di corpetti, bustier, pizzi, merletti e parigine, con un look che ricorda spesso le protagoniste degli spettacoli del francese Moulin Rouge.

Altri link utili:

(https://vanillarose412.wixsite.com/burlesqueblogcyprus),

pagina FB (https://www.facebook.com/VanillaRoseBurlesque)

canale YouTube (https://www.youtube.com/channel/UCOG5IKkXK5xRqSVSNNEYuWw).

Dorotea Rosso

Fonte immagini: Vanilla Rose, Giphy, Pixabay

©2021 Radio Wellness®