Banner RWN
Ascolta Radio Wellness
Ascolta Radio Wellness

Dai social alla società, la vera sfida di Challenge Accepted per Ella Marciello

Una foto in bianco e nero, un hashtag: challenge accepted (sfida accettata). E il women supporting women (donne che si sostengono a vicenda) diventa virale. Con Facebook e Instagram invasi, da qualche settimana a questa parte, dalle immagini di celebrità e non che testimoniano in questa maniera a favore di una maggiore consapevolezza della forza femminile, è interessante allora chiedersi che importanza abbia un progetto del genere.

«Io ci vedo del buono nel fatto che le persone si coalizzino e abbiano la voglia di alzare la voce su alcune tematiche. Penso sia sempre un buon modo per alzare la consapevolezza rispetto a certi temi. Se qualcuno si è interrogato, se a qualcuno si è accesa una lampadina sulla violenza di genere o sul gender gap vuol dire che qualche risultato è già stato raggiunto» ci ha raccontato Ella Marciello, direttrice creativa, docente di comunicazione digitale allo IED di Torino e rappresentante di Hella Network, community di professioniste della comunicazione impegnate nella creazione di contenuti a favore della parità di genere.

Challenge Accepted

Ella Marciello, direttrice creativa, docente di comunicazione digitale allo IED di Torino

Challenge accepted, cos’è?

In questa catena di Sant’Antonio virtuale, dunque, le protagoniste si nominano a vicenda, con l’idea di diffondere messaggi positivi sul valore delle donne. L’iniziativa, subito appoggiata da una nutrita schiera di stelle di Hollywood, da Jennifer Aniston a Reese Witherspoon e Charlize Theron e dalle nostre Federica Pellegrini, Laura Pausini, Bebe Vio e Chiara Ferragni, ha in realtà un’origine incerta.

Challenge accepted, le origini della sfida

Secondo il New York Times, che ha citato fonti di Instagram, sarebbe stata la giornalista brasiliana Ana Paula Padrão ad aprire le danze il 18 luglio; mentre per la manager Cristine Abram della piattaforma di marketing Later, tutto andrebbe collegato alla solidarietà per la deputata statunitense Alexandria Ocasio-Cortez, aggredita verbalmente dal repubblicano Ted Yoho il 25 luglio. Molte delle foto pubblicate, poi, provengono dalla Turchia, dove l’iniziativa ha fiancheggiato le proteste successive all’assassinio della studentessa Pinar Gultekin, il 28 luglio scorso.

Tra lotta e politica

In alcuni degli scatti mostrati il sostegno all’empowerment femminile si accompagna a messaggi politici, come quello della conduttrice Padma Lakshmi che ha ricordato quattro donne afroamericane che hanno perso la vita in seguito a scontri con la polizia. La regista, Ava DuVernay, nominata ai Golden Globe per il film Selma si è detta abbastanza sicura che la sfida sia solo una scusa per postare foto, accettandola comunque di buon grado.

Una sfida di tutti

«Penso che l’empowerment femminile sia qualcosa di cui le donne hanno estremamente bisogno. Facciamolo sui social, postiamo la nostra foto, ma facciamo uscire tutto questo anche off line. Non lasciamo le donne sole. Usiamo la challenge come pretesto per ricordare che quando si vota dobbiamo sostenere chi davvero si occupa di politiche femminili» ha aggiunto Ella Marciello.

Challenge accepted, un fronte ancora diviso?

Alcune commentatrici si sono chieste, ironicamente, perché una foto in bianco e nero, magari in cui si è venute particolarmente bene, debba essere di supporto per le altre donne; quale sia, insomma, il valore politico di questa scelta. Ella Marciello ha un’idea chiara in merito. «Purtroppo siamo sempre inibite e frenate a supportare le altre donne, non farò una disamina sociologica della questione ma sappiamo che è così. Soprattutto c’è sempre questo dualismo culturale tra corpo e intelletto. Se sei troppo bella allora non puoi essere intelligente, competente o professionale. La bellezza non può essere demonizzata. Possiamo essere tante cose insieme e se un cambiamento parte dal corpo, perché no? Il corpo è politica» ha concluso.

Challenge accepted in pillole
  • Già nel 2016 Instagram accolse migliaia di foto in bianco e nero, con l’hashtag #ChallengeAccepted, a sostegno della lotta al cancro.
  • Il tag venne associato nel tempo ad argomenti come positività ed ottimismo e questo dimostrerebbe anche l’immediato successo ottenuto sui social.
  • Ad oggi sono oltre 7 milioni le foto pubblicate su Facebook e Instagram con l’hashtag in questione.
Ascolta l’intervista con Ella Marciello

 

Scopri il palinsesto di Radio Wellness e seguici su Facebook e Instagram

Francesca Fiorentino

©2020 Radio Wellness®

Condividi su:

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto