Banner RWN
Ascolta RWN
Ascolta RWN

Covid-19: medici cinesi, bene il modello padovano

La delegazione della Croce Rossa cinese in visita in questi giorni nella città del Santo promuove il nosocomio patavino.

Fino a qualche settimana fa li vedevano nei servizi dei tg. Eravamo sbigottiti di fronte alle loro tute bianche, agli occhiali protettivi, alle mascherine. Sbigottiti ma non del tutto consapevoli di quello che stava succedendo in Cina e che sarebbe successo poi anche nel nostro Paese. Quei medici cinesi ora sono qui, in Italia. Arrivati a Roma nei giorni scorsi, oggi hanno fatto il punto della situazione che hanno trovato a Padova prima di spostarsi in Lombardia, per un’altra tappa di quello che a ragione possiamo definire “il loro viaggio della speranza”.

L’Azienda ospedaliera di Padova ha organizzato una diretta streaming su Facebook proprio per condividere l’esperienza di lavoro condiviso che ha messo insieme i medici patavini con i colleghi cinesi che nella bufera coronavirus sono passati prima di noi.
Erano presenti, oltre alla delegazione cinese, il direttore generale Luciano Flor, il direttore sanitario Daniele Donato, il presidente della Scuola di Medicina del Bo, professor Stefano Merigliano e il presidente della Croce rossa di Padova, Giampietro Rupolo.
A Padova i sanitari della Croce Rossa cinese hanno detto di aver trovato una buona situazione sanitaria, hanno confermato che se la media di contagi prosegue come sinora ha fatto i reparti di terapia intensiva del nosocomio patavino potranno reggere.
La ricetta per la soluzione dell’emergenza coronavirus purtroppo ancora non esiste ma, hanno detto i medici cinesi, esistono le buone pratiche, quelle che messe in campo da loro proprio a Wuhan oggi fanno registrare 0 nuovi casi di contagio nell’epicentro dell’epidemia in Cina.

I sanitari ci consigliano in sostanza di proseguire sulla strada già intrapresa, è cioè mettendo in campo un mix tra individuazione veloce delle fonti del contagio e dei canali di trasmissione, isolamento drastico, rilevazione continua della temperatura delle persone nei luoghi di lavoro, nei mezzi di trasporto pubblico… protezione del personale sanitario ma su tutto tanti tanti tamponi… in Cina ne hanno fatti qualcosa come 100 mila al giorno, giusto per dare la misura dell’intervento.

I medici cinesi hanno chiuso con una nota di ottimismo: noi abbiamo già vissuto quello che state vivendo voi e ci siamo sentiti angosciati proprio come vi sentite voi ora – hanno detto – ma noi siamo anche la prova che questo nemico si può sconfiggere.

Dorotea Rosso

©2020 – Radio Wellness®

© Immagine di copertina

Condividi su:
Taggato come

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto