Banner RWN
Ascolta RWN
Ascolta RWN

Dormire con il ventilatore acceso tutto la notte può portare rischi per la salute

Nei giorni di grande caldo, specialmente per chi non ha il condizionatore ed è costretto a tenere le finestre chiuse, l’unica soluzione possibile per trovare un po’ di refrigerio sembra essere dormire con il ventilatore acceso.
Questa pratica però può compromettere la mobilità il mattino dopo, in particolare se si è molto sudati e l’aria del ventilatore raffredda il sudore.

Dormire col ventilatore a soffitto così come quello portatile inoltre secca gli occhi e la bocca provocando mal di gola.

Infine chi soffre di allergie non dovrebbe dormire col ventilatore acceso tutta la notte per non spargere polveri ed allergeni in ogni angolo della camera da letto. Polveri che penetrando anche all’interno dei seni nasali con conseguente sovrapproduzione di muco da parte dell’organismo come difesa, provocano fastidiosi mal di testa e naso chiuso al risveglio.

Per combattere l’insonnia a causa dell’afa eccessiva all’interno della stanza, un buon compromesso sembra essere munirsi di un ventilatore con timer. Sarà così possibile programmare il flusso d’aria per qualche ora prima di coricarsi in modo che si possa spegnere automaticamente dopo essersi addormentati.

 

Redazione

©2019 Radio Wellness®

Condividi su:
Taggato come

Radio Wellness è una testata giornalistica che offre informazioni a carattere generale su salute e benessere.

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto