favorite
Categorie
Podcast & Programmi
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
logo fiera Sana
Logo Fango Terapia.
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
logo good morning wellness
logo shine on
Logo wellness notes
Logo wellness time
Logo body tales
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
logo yamm festival
Logo punto salute
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu

Scarica l'app!

Seguici!

centrifughe cover

Prepariamoci al cambio di stagione, con gli estratti è più facile

Condividi

Frutta e verdura di stagione da consumare come estratti, centrifughe e vellutate. I nostri consigli

La stagione autunnale può essere il periodo più indicato per rimettersi in forma e affrontare nel migliore dei modi l’arrivo dell’inverno. L’alimentazione e la natura ci aiutano a superare la malinconia che sopraggiunge con l’accorciarsi delle giornate, e a rinforzare corpo e mente.

Frutta e verdura, meglio se di stagione

Centrifughe, estratti e cibi sani per un autunno al top

Cibi e bevande sani e disintossicanti per l’organismo: spremute, estratti di succo, passati di verdura e infusi sono ‘comfort food’ perfetti per depurarci dagli eccessi dell’estate e per prenderci cura del nostro corpo.

I modi naturali per consumare frutta e verdura sono perfetti per continuare ad assaporare l’atmosfera estiva anche durante l’autunno, nei mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre. Da bere prevalentemente freschi, magari con l’aggiunta di un po’ di ghiaccio, le due bevande a base di frutta e verdura rappresentano un ottimo espediente per passare in maniera soft, dall’estate all’autunno.

Anche l’occhio vuole la sua parte: i tipici colori di succhi e spremute, il rosso, il verde o l’arancione, irradiano allegria e una diffusa sensazione di benessere.

Differenze tra centrifughe ed estratti

Gli estrattori di succo, utilizzati molto di più negli ultimi anni, permettono di “estrarre”, appunto, dalla frutta o dalla verdura scelta quasi il 30% in più di succo rispetto al processo di centrifuga, rendendo quindi disponibili un maggior numero di vitamine, proteine e sali minerali.

Estratti e frullati, ricchi di vitamine

Infusi e tisane autunnali per rilassarsi e depurarsi

Al finocchio, all’ortica, alla camomilla, alla malva e allo zenzero. Negli ultimi anni il mercato delle tisane e degli infusi si è notevolmente ampliato, ma questa abitudine ha radici molto antiche.

Inizialmente conosciuta come decotto, la tisana è una bevanda a base di acqua, contenente sostanze vegetali cui sono riconosciuti determinati principi attivi.

La sua preparazione è molto semplice, ovviamente, ma per molti chiudere la giornata con una calda tisana può costituire un rito calmante. A questo, spesso si aggiunge un vantaggio per l’organismo: le tisane e i decotti, infatti, possono facilitare la digestione o la diuresi, contrastare la stipsi o la ritenzione idrica, agevolare il rilassamento e il sonno.

Estratti e non solo

Vellutate e passati di verdura

Sebbene realizzati praticamente con gli stessi ingredienti, le due bevande sono diverse: le prime sono realizzate utilizzando il frullatore, mentre i secondi con l’estrattore di succo a freddo, questi due diversi metodi modificano sostanzialmente il risultato finale.

I benefici dei minestroni

passati di verdura, un tempo bistrattati e considerati pietanze poco invitanti, sono diventati di moda e apprezzati anche dagli chef più famosi. L’importanza che le verdure stanno assumendo nell’alimentazione moderna hanno favorito questo cambiamento e, grazie ad alcuni piccoli accorgimenti e ingredienti sfiziosi, è possibile rivisitare questo antico e salubre alimento, fornendogli un po’ di sapore e grinta aggiuntiva.

In alcuni casi il passato di verdure può essere un’ottima ricetta svuota-frigo, ma questo non preclude il fatto che gli ingredienti debbano essere di qualità e puliti nel migliore dei modi, anche attraverso l’uso del bicarbonato, se necessario.

Un altro consiglio è di lasciarsi andare alla fantasia e al gusto personale, consentendosi anche quell’azzardo in più che, a prima vista, potrebbe sembrare esagerato. Ad esempio, il dado non è indispensabile dato che, bollendo, le verdure rilasciano i propri liquidi, e saranno questi ad insaporire la minestra. Per aggiungere sapidità e aromi, utilizzare eventualmente un pizzico di sale e spezie a volontà.

Vellutata, può essere un piatto sfizioso

E’ importante, inoltre, utilizzare sempre prodotti di stagione, sia nel caso di estratti e centrifughe, sia nel caso di vellutate e minestre. In autunno preferite mele, pere, carote, cavolfiore, finocchi, e tutto ciò che trovate nei banchi del mercato più attenti alla stagionalità.

Leggi anche il nostro articolo “Trattamenti viso per l’autunno”

Fonte immagini: Pexels