Festa dei Nonni

Festa dei nonni, 5 adorabili nonni di film e serie TV

Una festa dei nonni? E perché no. Sono le figure familiari più vicine ai bambini, svolgono un ruolo educativo essenziale e hanno un valore affettivo incommensurabile

Perciò, la celebrazione della Festa dei nonni che si tiene ogni anno il 2 ottobre non può che renderci felici per la possibilità di dimostrare loro tutto il nostro affetto (ogni giorno dell’anno, sia chiaro).

In questi ultimi anni più che mai gli anziani hanno vissuto paura e isolamento. Hanno pagato il prezzo più alto durante la pandemia. Non suona inappropriato quindi celebrarne la dolcezza.

Festa dei nonni, le origini

La Festa dei nonni è stata istituita nel 1978 dall’allora presidente americano, Jimmy Carter. Il motivo fa abbastanza sorridere, ma il dovere di cronaca ci obbliga a raccontarlo. Una casalinga della Virginia dell’Ovest, Marian McQuade, ha perorato la causa dei nonni presso la Casa Bianca, dall’alto della sua esperienza. La donna, infatti, aveva 15 figli ed era nonna di 40 nipoti!

Un record di tutto rispetto, che si univa al lavoro della signora Marian, da sempre al fianco degli anziani poco autosufficienti. Per lei, e non possiamo non essere d’accordo, l’educazione delle giovani generazioni passava necessariamente da un rapporto proficuo con gli over 60.

Ecco spiegate le origini di questa festa particolare che cade in diverse date a seconda delle nazioni. Negli USA si celebra la prima domenica di settembre dopo il Labor Day del 6 settembre. In Canada invece si festeggia il 25 ottobre, mentre nel Regno Unito la prima domenica di ottobre.

Festa dei Nonni, un nonno e la sua nipotina
Foto di OC Gonzalez su Unsplash

Festa dei Nonni in Italia

In Italia la ricorrenza è caratterizzata dall’assegnazione da parte del presidente della Repubblica del Premio nazionale del nonno e della nonna d’Italia: 10 nonni e nonne che vengono scelti a partire da una classifica compilata dalle commissioni del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Un’iniziativa da non perdere

Tra le iniziative più interessanti, quella che si terrà presso il Circo Massimo a Roma dalle 11 alle 13. Con il primo di un ampio calendario di eventi di Campagna Amica, al Mercato di via di San Teodoro 74. I personaggi di Summer & Todd L’Allegra Fattoria nuova serie animata della Rainbow di Iginio Straffi, attenderanno i bambini, i loro genitori e nonni, per accompagnarli in un’esperienza educativa tutta da vivere.

In un’area dedicata verranno allestiti laboratori didattici, in modo che i bimbi possano iniziare ad apprendere l’importanza di alcuni temi come la stagionalità dei prodotti, i vantaggi del km0, e anche la stessa educazione alimentare. Assieme ai loro nonni!

5 nonni da amare incondizionatamente

Nonno Libero, Un medico in famiglia

Aaaahiahiahiai, un giorno t’innamorerai. E, neanche a dirlo, nonno Libero sarà sempre al tuo fianco per asciugare le lacrime e darti un abbraccio caloroso. Un medico in famiglia è stato un successo colossale di Rai 1 e ha rilanciato alla grande la carriera di Lino Banfi trasformandolo in un nonno affettuoso e fumantino.

Tante risate e qualche lacrima, per una figura tra le più amate di sempre.

Nonno Simpson, I Simpson

Non è perfetto come nonno Libero, ma la sua imperfezione lo rende ugualmente adorabile. Vive in una casa di riposo Abraham Simpson, i suoi nipoti lo amano ma detestano andare a trovarlo (proprio l’atteggiamento che la Festa dei Nonni combatte).

Non parliamo del figlio Homer che gli imputa una lunga serie di tragedie familiari (tutte da ridere, ovviamente). Eppure nei momenti cruciali c’è. In un episodio Bart sostiene che sia l’unica persona a credere davvero in lui. Tenero.

Nonno Edwin, Little Miss Sunshine

Se non hai visto il film Little Miss Sunshine, devi assolutamente farlo. Una commedia americana indipendente bella ed emozionante come poche. Protagonista è Olive una paffuta ragazzina di Phoenix che è stata ammessa a partecipare a un concorso di bellezza. Il viaggio per raggiungere la location del premio è lunga e perigliosa per la famiglia Hoover.

Composta da una madre in crisi, un padre che non riesce a emergere nel lavoro, un figlio che sogna di diventare pilota di aereo, uno zio gay quasi suicida e naturalmente lui: nonno Edwin. Uno straordinario Alan Arkin, premiato con l’Oscar, incarna un personaggio sopra le righe.

Sboccato, drogato e amante dei porno. Ma non toccategli Olive.

Nonno Joe, Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

Charlie è un bambino fortunato perché ha 4 nonni amorevoli. Uno solo però, nonno Joe, viene scelto come accompagnatore per andare a visitare la fabbrica di cioccolato di Willy Wonka. Magia, immaginazione, risate. E un rapporto speciale, quello tra Charlie suo nonno, che ha emozionato tante generazioni di ragazze e ragazzi.

Ecco la formula perfetta del divertimento formato famiglia in uno dei cult assoluti del periodo delle feste. Da vedere e rivedere.

Nonna Maggie, Irina Palm

Non farti trarre in inganno dalla storia licenziosa. La protagonista di Irina Palm, una meravigliosa Marianne Faithfull, è una nonna dal cuore enorme che per raccogliere soldi necessari all’intervento del nipotino si reinventa con un lavoro sui generis. Viene infatti assunta in un locale a luci rosse dove le sue qualità le fanno meritare il nome di Irina Palm.

Riuscirà nell’impresa, a dispetto delle sue amiche bacchettone e anche del suo senso del pudore. Che la rende unica. Il film di Sam Garbarski non lascia alcuno spazio alla sguaiataggine o alle scene osé (non si vede assolutamente nulla). Anzi, è il delicato e ironico ritratto di una donna speciale. Da vedere.

Francesca Fiorentino

Seguici su Facebook e Instagram

2021 RadioWellness®

Condividi su: