Banner RWN
Ascolta RWN
Ascolta RWN

IVI: grazie ad una tecnica di riattivazione follicolare, le gravidanze saranno possibili anche per chi soffre di insufficienza ovarica

L’inconvenienza dell’insufficienza ovarica investe ad oggi una donna su 100 di età inferiore ai 40 anni, uno dei peggiori quadri per una donna che ha intenzione di programmare una gravidanza.

Il recente studio “Bone marrow derived stem cells restore ovarian function and fertility in premature ovarian insufficiency women. Interim report of a randomized trial: mobilization versus ovarian injection”, condotto dalle dottoresse Sonia Herraiz, ricercatrice della Fondazione IVI-IIS La Fe e Nuria Pellicer, ginecologa dell’Ospedale La Fe di Valencia, fa ben sperare chi è affetto da questa patologia.

“Il procedimento è alternativo alla somministrazione di cellule staminali, pratica abituale nelle fasi precedenti del presente studio, e lavora invece sul favorire l’afflusso delle cellule stesse verso le ovaie in modo che possano esercitarvi gli effetti positivi. In entrambi i casi, trasfusione delle cellule o semplice mobilitazione, la cellula staminale rilascia i fattori di crescita che stimolano le cellule del tessuto in cui si trova a crescere, proliferare o rigenerarsi. Nel caso della branca di studio della sola mobilità, si tratta di un procedimento meno invasivo perché non viene praticata la trasfusione di cellule, ma si fa in modo che le cellule raggiungano l’ovaio compromesso” spiega la Dott.ssa Pellicer.

pregnant

Questo lavoro ha permesso di ampliare la popolazione di studio, prima limitata a donne con bassa risposta, includendo la casistica di donne di età inferiore ai 40 anni con insufficienza ovarica prematura. Oggi dunque, per questo gruppo di pazienti che finora non aveva alcuna opzione di arrivare alla gestazione con ovuli propri, si prospettano nuove possibilità.

La riserva ovarica è costituita da follicoli primordiali, denominati “dormienti” (sono follicoli molto piccoli che si situano nelle ovaie nel momento in cui l’organo è in formazione e che costituiscono, appunto, la riserva ovarica). Ogni mese vengono attivati circa 1.000 follicoli della riserva i quali passeranno per tutte le fasi di sviluppo fino ad arrivare allo stadio di ovulo maturo, in un processo che richiede vari mesi. Lungo questo processo di sviluppo avviene una degenerazione dei follicoli in maturazione, fino a quando ne restano solo uno o due.

“Con questa tecnica i follicoli che, in presenza di ovaie compromesse, sarebbero destinati a non attivarsi o a degenerare nelle prime fasi della maturazione, vengono aiutati ad arrivare allo stadio di ovulo maturo attraverso la rigenerazione dell’ambiente o del micro-ambiente in cui devono crescere e svilupparsi. Tutto questo processo viene realizzato all’interno delle ovaie”, precisa la Dott.ssa. Daniela Galliano, Direttrice di IVI Roma.

“Puntiamo a sviluppare una tecnica meno invasiva possibile e standardizzata in modo da poterla implementare in tutte le nostre cliniche e offrire a qualsiasi donna che lo desideri la possibilità di raggiungere il concepimento, anche quando le condizioni fisiche sono sfavorevoli o avverse, se non con l’intervento risolutivo della scienza, come nel caso dell’insufficienza ovarica” aggiunge la Dott.ssa Pellicer.

Avanzamento ottimale della tecnica. Alcuni risultati:

La suddetta tecnica ad oggi ha ottuenuto grandi passi avanti, registrando già 3 bambini nati e 6 gravidanze raggiunte grazie alla tecnica di ringiovamento ovarico. Questa tecnica ha migliorato i biomarcatori della funzione ovarica nell’81% delle pazienti e rappresenta una reale opportunità sia per donne con bassa risposta, sia per donne affette da insufficienza ovarica precoce.

baby feet

Sebbene questo trattamento sia noto con la denominazione di “ringiovanimento ovarico”, dato che consiste nel salvare i follicoli che si trovano nelle ovaie, sarebbe più opportuno definirlo: “salvataggio ovarico”. Questa tecnica non fa ringiovanire, bensì recupera i follicoli dormienti. Le cellule staminali attivano questa nicchia ovarica per salvare i follicoli già presenti e fare in modo che arrivino a svilupparsi e dotare la paziente di ovuli maturi.

Redazione

©2020  Radio Wellness®

 

Condividi su:
Taggato come

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto