calza della befana

La Befana vien di notte…la ricorrenza che il 6 gennaio chiude le Feste

L’arrivo dei Re Magi, la Befana a cavalcioni di una scopa, i falò per bruciare le cose vecchie, la direzione delle fiamme per capire se quello appena iniziato sarà un anno fortunato. Sono tantissime le tradizioni italiane legate alla festa dell’Epifania. Ne ricordiamo alcune. Leggi…

La tradizione della Befana

Secondo la tradizione cristiana, il giorno dell’Epifania è quello in cui i Re Magi arrivano a salutare Gesù appena nato portando in dono oro, incenso e mirra.

E’ invece la tradizione pagana a raccontarci della vecchina vestita di stracci a cavallo di una scopa che, la notte del 6 gennaio, vola di casa in casa a portare dolci, regali e carbone nelle case dei bambini.

La leggenda della Befana ha profonde radici nella nostra tradizione contadina: le storie raccontate dai nostri nonni parlano di figure femminili che di notte volavano sui campi appena seminati, ripetendo riti propiziatori per un buon raccolto.

Un leggenda che inizia con gli antichi romani.

Furono loro a far partire celebrazioni beneauguranti nella dodicesima notte dopo il solstizio invernale, quando si celebrava la morte e la rinascita della natura.

Ecco perché nella tradizione contadina la Befana è associata al fuoco nei campi (il falò della Befana) anticamente uno dei metodi per rendere più fertile il terreno grazie alle ceneri dei rami e delle sterpaglie bruciate.

La Befana indossa uno scialle in testa (e non un cappello da strega!), ha vestiti vecchi e scarpe malconce, si sposta su una scopa (potente strumento benefico capace di spazzare via i guai) per portare doni e dolciumi ai bambini buoni e carbone (o carrube, cibo preferito dei somari!) ai birichini.

E voi, cosa avete trovato nella Calza?

Befana, ogni regione ha la sua tradizione

A Venezia la Befana si è sempre celebrata con la tradizionale Regata della Befana. A vogare ci sono 50 veneziani (uomini e donne) vestiti da Befana.

Spostandosi verso il Friuli la sera del 6 gennaio è facile vedere una lunga serie di falò. Nel fuoco la tradizione contadina vuole che si brucino anche vecchie cose dell’anno appena passato mentre gli anziani “leggono” le fiamme e il fumo: a seconda della direzione che prendono si può capire se l’anno che inizia sarò fortunato o nefasto.

E poi ci sono le tradizionali sfilate, a Roma e a Napoli, bancarelle di dolci e giocattoli in buona parte delle piazze italiane.

Quest’anno ovviamente tutto è ridimensionato per via della pandemia ma sono tanti i luoghi in Italia dove, con cautela, si torna a festeggiare in piazza questa bella tradizione tutta nostra.

calze
Le calze da riempire

Leggi anche il nostro articolo su San Martino, un’altra delle nostre tradizioni più radicate 

Redazione

Fonte immagini: Pixabay, Pexels, Giphy

Immagine di copertina: Natale foto creata da awesomecontent – it.freepik.com

©2022 – Radio Wellness®

Condividi su: