favorite
Categorie
Podcast & Programmi
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

Marmellate e Confetture

Marmellate e confetture: dagli antichi Greci alle nostre tavole

Condividi

Marmellate e confetture per affrontare la giornata con il piede giusto ma anche ottime alleate della salute, perfette come bomboniere e un validissimo metodo per evitare gli sprechi di frutta.
Marmellate e confetture: che differenza c’è?
Partiamo subito con una premessa: marmellata non è sinonimo di confettura in quanto si riferiscono a due preparazioni completamente diverse, questo lo sancisce addirittura una Direttiva Europea. Con il termine marmellata infatti, si fa riferimento a una crema cotta di zucchero e agrumi come limone, arancia, mandarino, cedro, pompelmo e bergamotto, mentre con il termine confettura ci si riferisce a preparazioni simili utilizzando però altri tipi di frutta come albicocche, pesche, ciliegie oppure ortaggi.
La marmellata e le sue origini
Le origini della marmellata sono molto antiche e risalgono già all’epoca degli antichi greci, i quali conservavano le mele cotogne con il miele cuocendole lentamente per addensare zuccheri e proprietà in esse contenuti. Arriviamo poi ai tempi di Caterina d’Aragona, la quale, avendo sposato il re d’Inghilterra Enrico VIII, non poteva più gustare i frutti della sua terra e dunque fu appositamente inventata per lei la marmellata di arance, in modo da poter mantenere al meglio i frutti e i sapori.
Marmellate e confetture
Marmellate e confetture
La marmellata nasce dunque dall’esigenza di conservare i frutti o gli ortaggi per lunghi periodi, in modo che potessero essere trasportati anche per giorni verso terre lontane o per avere a disposizione delle scorte anche nella stagione invernale.
Come utilizzare la marmellata e la confettura
La marmellata o confettura è un preparato che contiene frutta ma anche zuccheri e addensanti, è perciò considerato un alimento molto calorico ed è dunque consigliabile farne uso a colazione su fette di pane tostato, fette biscottate o tramite una fetta di crostata, la giusta carica per iniziare la nostra giornata. Marmellate e confetture sono ottime alleate di torte e dessert come appunto le classiche crostate, oppure possono essere utilizzate come gustose farciture, ad esempio per la deliziosa Sacher. Ad oggi, il destino di questi composti è davvero versatile proprio perchè l’utilizzo della marmellata non si limita soltanto ai dolci, ma viene abbinata anche a molto altro come creme o al miele per accompagnare piatti di formaggi stagionati o un antipasto freddo. Inoltre, dai composti di confetture possiamo anche ricavarne degli sciroppi! Oggi, la produzione di marmellata e confettura, oltre a tutti gli utilizzi che abbiamo visto poco fa, ha la funzione di raccogliere le eccedenze produttive e di sfruttare anche la frutta che, per deperimento o ammaccature, non risulta più idonea al consumo in forma fresca. Un’ottima occasione per evitare sprechi!
Come preparare marmellate o confetture fatte in casa?
Premettiamo che la stagione migliore per preparare le confetture è l’estate, periodo in cui possiamo trovare una varietà di frutti che si addicono particolarmente a questi preparati che poi saranno pronti per la stagione più fredda. Prima di iniziare con la preparazione, raccomandiamo di sterilizzare i vasetti che utilizzerete per i composti, in modo da evitare la proliferazione di microorganismi nella confettura una volta inserita nel vaso. Potete scegliere se farli bollire per 15 minuti oppure metterli in forno a 130° per 30 minuti. Un volta sterilizzati, fate asciugare su uno strofinaccio pulito e iniziate a preparare il composto. Qui di seguito, vi proponiamo una gustosa e facile ricetta di GialloZafferano! Ingredienti per circa 400g di confettura alle fragole
  • 500 g di fragole
  • 50 g di succo di limone
  • 140 g di zucchero
Preparazione
Lavate e curate le fragole, poi asciugatele con uno strofinaccio. Spremete un limone e raccogliete il succo in un bicchiere. Mettete poi le fragole in una pentola di acciaio inossidabile capiente e aggiungete lo zucchero e poco dopo il succo di limone.
Mescolate bene il tutto con una spatola fino a che lo zucchero non si sarà completamente amalgamato. Coprite con un coperchio e lasciate macerare per almeno 7 ore, ma attenzione a non superare le 12 ore. Trascorso il tempo di macerazione, ponete la pentola con le fragole sul fuoco e portate a ebollizione, mescolando con una spatola di tanto in tanto. Lasciate bollire a fiamma moderata per 30-40 minuti fino a raggiungere i 108°. Utilizzate un termometro da cucina per misurare la temperatura esatta.
Una volta terminata la cottura, procedete ad invasare il composto ancora caldo, accertandovi di riempire lasciando circa 1 cm dal bordo del barattolo. Chiudere i tappi e lasciare raffreddare. Con il calore della confettura si creerà il sottovuoto, che permetterà di conservare il prodotto a lungo. Una volta che i barattoli si sono raffreddati, verificate se il sottovuoto è avvenuto correttamente: potete premere al centro del tappo e, se non sentirete il classico “click-clack”, il sottovuoto sarà avvenuto.  Aspettate circa 2 settimane prima di consumare la confettura ma non superate i 3 mesi per utilizzarla.
Siete a corto di idee per le bomboniere? Usate le confetture e le marmellate!
Che voi siate futuri sposi, prossimi alla laurea, vicino ad una comunione, cresima o battesimo, perché non proporre delle marmellate o confetture come bomboniera? In moltissimi ormai stanno scegliendo di proporre prodotti alimentari per celebrare i momenti più significativi.
Marmellate e confetture
Marmellate e confetture come bomboniere
Scegliendo una marmellata o confettura, o in generale un prodotto alimentare, non solo la vostra bomboniera risulterà originale ma aiuterete anche le aziende agricole del territorio ad essere conosciute e a far apprezzare i loro prodotti.
Leggi anche il nostro articolo dedicato alla dieta detox dopo il periodo natalizio
Consigli detox per il dopo-Feste. 10 suggerimenti per tornare in forma…senza ansia
Redazione Fonte immagini: Pexels, Pinterest, Giphy ©2021 Radio Wellness®