Banner RWN
Ascolta Radio Wellness
Ascolta Radio Wellness

Nevrosi da lockdown, a Padova aumentano bambini ricoverati

Sono tre in una sola settimana i bambini ricoverati a Padova per disturbi psichici causati dall’isolamento da lockdown. Il prof. Perilongo, direttore del Dipartimento Salute Donna e Bambino dell’azienda ospedaliera avverte: “E aspettiamo ancora il manifestarsi degli effetti negli adolescenti”.

Gli effetti psicologici del lockdown sugli adulti stiamo cominciando a conoscerli: gli psichiatri parlano di aumento dei disagi in persone che già soffrivano di patologie con conseguenze a volte anche gravi come l’incremento dei tentativi di suicidio e in parallelo rilevano nuove forme di malesseri in chi non aveva mai manifestato sintomi.

Per i bambini le cosa non vanno diversamente.
“Noi non sappiamo con precisione quali siano gli effetti di questa chiusura sulla psiche dei bambini perché non è mai successo nulla del genere nel passato recente – ci spiega il prof. Giorgio Perilongo, direttore del Dipartimento Salute Donna e Bambino dell’azienda Ospedale e Università di Padovadi certo però nell’ultima settimana  abbiamo ricoverato tre bambini con disturbi che noi classifichiamo come nevrotici e che sicuramente sono legati a questa chiusura forzata in ambienti già carichi di tensione”.

Secondo il professor Perilongo se da un lato i più piccoli, i bambini fino ai 5/6 anni hanno beneficiato dall’avere mamma e papà vicino tutto il giorno perché in quella fase hanno bisogno soltanto della presenza dell’adulto che accudisce e fornisce affetto, ci sono fasce di età come quella adolescenziale in cui il contatto sociale è fondamentale e la sua mancanza può provocare squilibri di cui ci accorgeremo più in là.

Certo, spiega ancora il prof. Perilongo, i ragazzi in questa età hanno già una vita sociale “virtuale” molto intensa, sono abituati a relazioni via pc o smartphone a differenza di molti adulti perciò hanno sicuramente avuto strumenti per compensare la perdita di contatto reale ma di sicuro un abbraccio, uno sguardo, sono indispensabili per tutti.

“Funziona esattamente come per gli adulti – spiega Perilongo – quando si rimane per settimane, per mesi chiusi tutti nello stesso ambiente certe situazioni possono esasperarsi e i bambini non ne sono immuni, risentono pesantemente delle tensioni che si sviluppano in famiglia e questo può dar vita a nevrosi”.

Il consiglio per le mamme e i papà – chiude Perilongo – è di fare genitori con ancora maggior attenzione e cura, anche i bambini hanno sofferto anche se spesso non lo danno a vedere. E poi, in caso vi accorgiate di disagi profondi nei vostri bambini non tardate a rivolgervi a pediatri ed  esperti per un aiuto. Se c’è un’età nella quale si può intervenire per prevenire il radicamento dei disturbi psichiatrici è proprio quella infantile”. 

Ascolta ora l’intervista a prof. Giorgio Perilongo, direttore del Dipartimento Salute Donna e Bambino dell’azienda Ospedale e Università di Padova:


 

Dorotea Rosso

©2020 – Radio Wellness®

Condividi su:
Taggato come

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto