podcast

Podcast: boom di ascolti dalla primavera 2020. Il fascino del racconto digitale

Il podcast, il racconto digitale è sempre più un appuntamento fisso per gli ascoltatori. Un boom dal recente lockdown 2020. 

Dall’inizio dei primi anni 2000 (in cui appare la nascita dell’RSS) ad oggi, possiamo registrare un aumento significativo dell’ascolto dei podcast, appuntamento ormai fisso per gli ascoltatori digitali di vecchie e nuove generazioni.

Perché si ascoltano i podcast

Sono molteplici gli aspetti positivi dei Podcast: in particolare viene apprezzata la narrazione che permette di apprendere maggiori informazioni ed è per questo che il 40% dei rispondenti dichiara di ascoltare i Podcast anche come arricchimento culturale o, ad esempio, per migliorare il proprio inglese.

podcast
making podcast

Non solo, i podcast possono “avvicinare” di più un personaggio famoso al proprio ascoltatore/fan: molti personaggi legati al mondo della musica, del cinema, teatro o politica, stanno ricorrendo sempre più al podcast come mezzo alternativo per raggiungere più persone possibile attraverso la loro voce, uno strumento tanto personale quanto esaustivo.

L’indagine di Wiko sui podcast

Di recente, un’indagine condotta da Wiko sulla sua community, ha evidenziato un vero e proprio boom di ascolti, complice anche il lockdown causa pandemia che ha caratterizzato la primavera 2020.

Ad oggi si contano oltre 1 milione di piattaforme che offrono questo tipo di intrattenimento e i podcast più gettonati (sempre secondo il sondaggio condotto da Wiko) sono quelli di intrattenimento e sport, seguono poi i podcast di informazione. Ben il 51% degli intervistati afferma che si affidano periodicamente a dei canali a cui sono particolarmente fedeli.

Anche se è ancora poco utilizzato (33%) rispetto alla Radio in FM (67%), il podcast sta man mano assumendo un ruolo sempre più importante.  Questo probabilmente grazie ad una combinazione tra le conseguenze del lockdown e il recente lancio di ClubHouse, il nuovo social che utilizza esclusivamente la voce degli utenti senza dare la possibilità di digitare testi dalla propria tastiera.

Leggi anche il nostro articolo dedicato a ClubHouse 

Clubhouse, il nuovo social da oltre 2 milioni di utenti che si ispira alla radio

I mezzi più utilizzati per l’ascolto dei podcast

Il mezzo più utilizzato per l’ascolto dei podcast è lo smartphone (69%), preferito a PC e altri dispositivi (31%) e questo è dovuto anche al fatto che si ascoltano più volentieri in viaggio (61%) rispetto a quando si è a casa a rilassarsi (39%). Un altro dato interessante emerso riguarda la durata del podcast: il 60% dei rispondenti afferma di interrompere l’ascolto se il podcast risulta troppo lungo.

Attenzione dunque se volete prodigarvi anche voi con l’utilizzo del podcast: siate concisi e andate dritti al punto, non dilungatevi e soprattutto, siate interessanti e coinvolgenti. Ognuno di noi infatti è libero di potersi aprire un canale e parlare di diversi argomenti, e forse è proprio questo ciò attira: chiunque può contribuire ad incrementare la piattaforma di riferimento con la propria voce.

E tu? Hai già ascoltato i nostri podcast? Mettiti comodo, basta un click!

Redazione

Fonte immagini: Giphy, Pexels

©2021  Radio Wellness®

 

 

Condividi su:
Scroll Up