donna con abito bianco

Sangallo, 3 ragioni per metterlo in valigia

Il sangallo, la stoffa delle principesse, che può diventare un tessuto per la casa

A guardare bene il Sangallo, vengono in mente i più famosi film girati in Sicilia, con donne corpulente avvolte in questo tessuto candido e raffinato, a contrastare con la bellezza prorompente delle più grandi attrici originarie del sud Italia. Squarci di bianco candido sullo sfondo azzurro cielo del mare Mediterraneo, con vesti ricamate ad arte, che oggi tornano di moda più che mai.

Sangallo, un tessuto per ogni ora del giorno

Fine, elegante, fresco, semplice, romantico, adatto a tutte le età e ad ogni occasione, ideale per abiti, gonne, camicette, costumi, vestitini e molto altro.  Stiamo proprio parlando del tanto amato e diffuso ricamo.

Si tratta di un tessuto realizzato con ricami traforati o pieni a rilievo. I più diffusi sono in cotone e lino: infatti, l’associazione di tale tessuto ai capi estivi dalle maniche o dagli orli ricamati è immediata.

Che si tratti di motivi geometrici o floreali, questa stoffa così particolare si adatta bene al giorno, ma anche alle occasioni importanti e mondane della sera, impreziosendo il cotone leggero degli abiti da sposa.

Sangallo, tessuto i raffinato cotone ricamato

Adatto a tutte le età

Meraviglioso per gli abiti da sposa, estremamente raffinato ed elegante per abiti da giorno, il Sangallo si adatta ad ogni età, dalle bambine più piccole, alle ragazze adolescenti, che possono osare con top o miniabiti accuratamente ricamati.

La storia del Sangallo

Nato agli inizi dell’800, questo particolare pizzo prende il nome dalla località svizzera di San Gallo, che ne è la più grande produttrice.

La città, infatti, ha una lunga tradizione di produzione e lavorazione tessile, nata nel Medioevo, che le ha permesso di distinguersi dapprima nella produzione ed esportazione di tessuti in lino di alta qualità, indispensabili nella vita quotidiana e grossa fonte di guadagno e, successivamente, (1750 circa) nella produzione e tessitura del cotone con ricami realizzati a mano.

Con l’avanzare del tempo il progresso tecnologico e la rivoluzione industriale ebbero grandi conseguenze sull’industria tessile della città, e Josse Heilmann sviluppò la prima macchina da ricamo a mano in grado di ricamare utilizzando più di 300 aghi simultaneamente, trasferendo così a più riprese il motivo desiderato sul tessuto.
Furono poi F.E. Rittmeyer e F.A. Vogler ad adattarla per la produzione in serie.

Il Sangallo può essere adatto a ragazzine, così come a donne più adulte

L’invenzione della macchina da ricamo rivoluzionò l’industria tessile e rese possibile il trionfo dell’industria europea del ricamo nella regione di San Gallo.
Più di 20.000 macchine di questo tipo furono costruite solamente per il ricamo di San Gallo.

Il prestigioso ricamo prodotto divenne popolarissimo durante il periodo precedente alla Prima Guerra mondiale. Le signore dell’alta società non perdevano occasione per sfoggiare i loro abiti elaborati. E, nel corso del tempo, tutti i grandi stilisti continuarono ad utilizzarlo per la realizzazione di corpetti (vedi Dior), vestitini, gonne, camicette e molto altro.

Leggi anche il nostro articolo ‘Voglia di rossetto: i colori moda e le texture migliori’

Redazione

Fonte immagini: Freepik

©2022 – Radio Wellness®

Condividi su: