favorite
Categorie
Podcast & Programmi
logo event the castle
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

ozono per sanificare

Sanificazione, il dispositivo a ozono che combatte i virus è made in Italy

Condividi

Il Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova diretto dal Prof. Andrea Crisanti ha certificato il dispositivo di un’azienda padovana che da 10 anni si occupa di sanificazione degli ambienti con l’uso dell’ozono. Un successo del nostro made in Italy.
macchinari sanificazione
I macchinari per la sanificazione a ozono
“Accogliamo questo risultato con grande soddisfazione – ha commentato Vittorio Hans Pinto, il creatore di questo sistema totalmente made in Italy. Viene così riconosciuto lo sforzo di una giovane azienda italiana che con il proprio prodotto di sanificazione riesce a dare un validissimo contributo anche contro il Covid-19″. Ascolta l’intervista a Vittorio Pinto, fondatore e Ad di Sanity System “Con i nostri macchinari  – ci ha spiegato Vittorio Pinto, Ad di Sanity System – sfruttiamo le proprietà sanificanti dell’ozono per riuscire ad abbattere la carica batterica e virale negli ambienti. Otteniamo così una sanificazione molto vicina al 99%. Ci occupiamo di questo da 10 anni. Dal 2010 la nostra tecnologia non è cambiata molto, ma oggi la validità dei nostri prodotti ha assunto un valore diverso alla luce degli effetti del coronavirus. Tutti noi ora abbiamo la precisa consapevolezza di quanto importante sia vivere e  lavorare in un ambiente sanificato e privo di virus e batteri. Con il riconoscimento da parte del Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova abbiamo ora la validità tecnica della nostra tecnologia.
dispositivi
Dispositivo Sany Car
L’importanza della sanificazione
Già 5 anni fa abbiamo sottoposto alla valutazione del Dipartimento un nostro dispositivo che agisce sulle cariche batteriche. Anche oggi, grazie all’impegno del prof. Crisanti e del suo gruppo, abbiamo testato, prima azienda al mondo, l’efficacia di un nostro dispositivo sul Covid-19. Il risultato è stato molto buono: si è arrivati all’abbattimento dei virus fino al 99% con un unico trattamento. La stessa Università di Padova ha testato il macchinario e il risultato è stato un grande successo.
Azienda leader nella sanificazione
Da 10 anni Sanity System si occupa di produzione e commercializzazione di sanificatori a ozono professionali. “All’inizio del nostro percorso ci occupavamo soprattutto di sanificazione di automezzi. Da lì poi ci siamo spostati su altri settori e ad oggi lavoriamo con molteplici utenti: dagli hotel ai ristoranti, agli studi medici, alle case di riposo fino alle ambulanze.
sanificare in ristorante
Sanificazione nei ristoranti
Inoltre siamo presenti in 54 paesi del mondo, con una particolare attenzione al processo di branding perché noi ci sentiamo rappresentanti del made in Italy. Quella della sanificazione oggi è una delle prime necessità di chi lavora e fornire un servizio garantito e all’avanguardia è essenziale.
Sanificazione made in Italy
“Vogliamo essere un’azienda leader nel nostro settore. Riuscire a perfezionarci e essere pionieri è il nostro primo obiettivo. Ecco perché lavoriamo con istituti scientifici in grado di darci tutti gli input per migliorarci”.
La ricerca sulla sanificazione con ozono
Fonte: ufficio stampa – Il metodo per verificare l’attività di inibizione virale (attività virucida) nei confronti del virus SARS-CoV-2 del dispositivo Sanity System è stato eseguito presso il Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova. Tutti gli esperimenti sono stati condotti in Laboratorio di Sicurezza Livello 3. Il periodo di analisi è stato dal 13 agosto al 30 settembre. Ogni sospensione virale è stata preparata e amplificata su larga scala in colture cellulari in monostrato. Dopo l’infezione e la moltiplicazione del virus, i detriti cellulari sono stati allontanati mediante doppia centrifugazione a bassa velocità (2500 rpm per 10 minuti), ed il surnatante, contenente il virus, è stato prelevato per determinare il titolo virale. È stato poi suddiviso in aliquote a titolo noto di 2 ml di volume in eppendorf e conservato alla temperatura di -80° in congelatore. Successivamente, sono state svolte le prove preliminari per la preparazione della sospensione virale – titolo virale. Nella verifica dell’attività virucida dei dispositivi, vi è stata una fase di esposizione e una fase di recupero. Nella prima, i carriers sono stati sterilizzati e posizionati all’interno di piastre Petri vuote. Successivamente, tutti i carriers sono stati recuperati. Infine, l’attività infettante è stata determinata con metodo Spaerman-Karber: il test dell’attività virucida è risultato valido alle prove effettuate.
Dispositivi di sanificazione
I dispositivi di sanificazione a ozono e il loro protocollo di utilizzo sono concepiti per eliminare quasi il 100% di batteri, germi, virus, lieviti, muffe, funghi, spore, presenti in ambienti e superfici. Questi macchinari, già usati dall’Università per i test, erano da tempo conosciuti ed utilizzati in Italia e in 54 paesi del mondo. Questo nuovo studio incentrato sugli effetti sul SARS-CoV-2 rappresenta un’ulteriore validazione all’uso di questi dispositivi per un supporto in ambito medico e non solo. Le percentuali di abbattimento della carica microbica e di inattivazione dei virus di questi sistemi si sono rivelate significative con un unico trattamento. Una prima validazione scientifica era giunta già nel 2018 dagli studi condotti dall’Università di Padova, dove il macchinario è stato testato su alcune famiglie di batteri tra le più resistenti. L’indagine ha dimostrato che il sanificatore, con il suo esclusivo protocollo di funzionamento, è in grado di abbattere oltre il 99,98% dei principali microrganismi contaminanti dell’acqua e dell’aria. Leggi anche il nostro articolo sull’abbattimento della carica virale grazie all’uso delle mascherine 
Mascherine e distanza contro il Covid-19: abbassano 1000 volte carica virale. Da Verona la ricerca che lo conferma
Redazione ©2020 RadioWellness®