giocattoli

Sostenibilità, anche i giocattoli diventano green

Materiali bio o riciclati per oggetti più sicuri, che aiutano l’ambiente. Anche i giocattoli guardano alla sostenibilità

La sostenibilità diventa sempre di più un valore per ognuno di noi, e nelle piccole pratiche legate alla quotidianità, si cerca fare il possibile per fare scelte responsabili nei confronti dell’ambiente e del nostro benessere. Anche acquistare giocattoli green per i nostri bambini può fare la differenza.

Sostenibilità, anche nella scelta dei giocattoli

Sono in aumento i giochi fatti di materie naturali, oppure di plastiche bio o riciclate, insieme al boom di nuove pratiche come il riuso creativo dei vecchi balocchi, anche per farne oggetti di design casalingo.

Piccini, adolescenti e adulti hanno una maggiore sensibilità nei confronti dell’ambiente, e i produttori non sono rimasti a guardare. Ad anticipare i trend dal mondo è la nuova sezione ‘toys go green’, alla fiera del giocattolo Spielwarenmesse, in programma dal 2 al 6 febbraio prossimi a Norimberga.

Giocattoli in materiali naturali

La sostenibilità in numeri

In tutto il mondo l’attenzione per la sostenibilità è in aumento e, secondo l’Osservatorio Nazionale sullo Stile di Vita Sostenibile della società LifeGate/Eumetra MR, pubblicato ad aprile 2020, il fenomeno interessa anche il 72% degli italiani che considera la sostenibilità un patrimonio comune in grado di influenzare i comportamenti quotidiani.

I più alti livelli di coinvolgimento sono espressi dai giovani della Generazione Z, i nati tra il 1996 e il 2010 e dalle donne di 35-54 anni, soprattutto istruite e professionalmente attive. La volontà di spendere di più per l’acquisto di prodotti sostenibili è dichiarata dal 26% delle persone coinvolte nell’indagine, compresi i giocattoli fabbricati utilizzando materiali sostenibili, nel 35% dei casi.

I giocattoli di legno come i mattoncini e i giochi di smistamento sono stati un classico in innumerevoli sale giochi per bambini, – spiegano gli analisti della kermesse che hanno messo a punto la sezione ‘Made by Nature’, dimostrando che i giocattoli possono essere realizzati anche con molti altri materiali, non solo con la plastica.

I giocattoli ecologici per i bambini

Sostenibilità, i giocattoli ecologici

Continuano ad acquisire importanza e, in nome di una crescente sostenibilità, la gamma di materiali che non inquinano si estende e comprende materiali rinnovabili come mais, gomma, bambù, lana e sughero.

Questa categoria crescente di giocattoli dimostra che ci sono anche altri modi per realizzarli. Sono in crescita anche bambole e macchinine realizzate con plastica a base biologica, più rispettosi dell’ambiente.

E’ in aumento anche il numero di giocattoli realizzati con materie riciclate come bottiglie d’acqua o dai materiali recuperati dai frigoriferi. Già green i palloni BioBall di Mondo che sostituisce il 50% delle materie prime di origine fossile con materiali derivati dalle piante, eliminando completamente gli ftalati; le linee di giocattoli Play Bio di Quercetti fatti con materiali biodegradabili e plastica biosostenibile, le formine Play For Future di Baby Clementoni di plastica riciclata al 100%, le costruzioni magnetiche di plastica riciclata di GeoMag.

Attenzione alla sostenibilità anche con i giocattoli

Dalla Cina il produttore Sowow, di Shantou, ha messo a punto una nuova linea di giocattoli ‘Wheat Block’, realizzati con paglia di grano biodegradabile che non si deformano nemmeno a 100 °C-120 °C mentre, a temperatura ambiente, emettono una leggera fragranza di grano.

Altro esempio made in Cina il gioco Hape Pallina Game a base di bambù. Un brand di Canton, Gentle Treasures, ha lanciato invece una nuova serie di giocattoli di peluche realizzati con fibre che provengono da bottiglie di plastica riciclate.

Leggi anche il nostro articolo “Pulizie di casa: gli italiani puntano su prodotti green”

Fonte: ANSA

Fonte immagini: Pexels

Immagine di copertina: Auto foto creata da wirestock – it.freepik.com

©2022 RadioWellness®

Condividi su: