Banner RWN
Ascolta Radio Wellness
Ascolta Radio Wellness

Covid-19, prime dosi del vaccino Moderna. Verso la proroga dello stato di emergenza

Dopo aver investito Gran Bretagna, Germania e Spagna, l’impennata di contagi è attesa anche in Italia. Si discute sulle nuove regole del prossimo Dpcm che entrerà in vigore il 16 gennaio. Si va verso la proroga dello stato di emergenza fino alla fine di aprile o di luglio. Prime dosi del vaccino Moderna.

vaccino

Arrivati i vaccini Moderna

Decisioni sullo stato di emergenza

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Ansa, continuano senza sosta i confronti tra governo e Regioni per arrivare a scelte il più possibile condivise sulle prossime misure anti-covid da inserire nel Dpcm in vigore dal 16 gennaio.

Sarebbe confermata la decisione di introdurre il divieto per i bar di vendere cibi e bevande da asporto dopo le 18 mentre arriva la conferma per tutte le zone della regola che consente a massimo due persone di andare a trovare a casa parenti e amici. Divieto di spostarsi tra regioni, anche tra quelle gialle, istituzione di una zona bianca, per “dare un segnale” del lavoro che si sta facendo e che consentirà di entrare in una fase diversa in tempi però più lunghi.

Intervenire sugli indici di rischio per facilitare gli ingressi in zona arancione delle regioni a rischio alto: è quanto avrebbe proposto, secondo alcune indiscrezioni, il ministro della Salute Roberto Speranza nel corso di una delle ultime riunioni tra governo e Regioni. “La situazione epidemiologica non è da sottovalutare, l’epidemia è ancora molto forte e per questo – ha ribadito – servono ancora restrizioni e comportamenti corretti”.

Vaccino Moderna 

Intanto è giunto in Italia il primo carico di vaccini della casa farmaceutica Moderna. Vengono distribuiti per ora alle regioni con il maggior numero di ultra ottantenni: Campania, Umbria e Veneto.

Queste sono le caratteristiche del vaccino Moderna riportate dal Ministero della Salute:

  • il vaccino Moderna è indicato a partire dai 18 anni di età, anziché dai 16 anni
  • la schedula vaccinale prevede due somministrazioni a distanza di 28 giorni, invece che di almeno 21 giorni
  • l’immunità si considera pienamente acquisita a partire da 2 settimane dopo la seconda somministrazione, anziché una
  • il vaccino viene conservato a temperature comprese tra i -15° e -25°, ma è stabile tra +2° e +8° per 30 giorni se in confezione integra
  • il flaconcino multidose contiene 6,3 ml e non richiede diluizione, è quindi già pronto all’uso.
emergenza

Verso la proroga dello stato di emergenza

Chiesta la proroga dello stato di emergenza 

Il Comitato tecnico scientifico avrebbe chiesto di prorogare lo stato d’emergenza fino al 31 luglio. L’indicazione sarebbe stata inoltrata al governo per essere recepita tra le nuove norme del prossimo Dpcm che verrà emanato il 16 gennaio.

E’ prevista per oggi (13 gennaio 2021) la riunione del Consiglio dei ministri nella quale verranno valutate le prossime misure per frenare la pandemia.

E saranno quasi certamente interventi restrittivi data la pressione sugli ospedali, l’avvio della campagna vaccinale, la grave situazione in cui versano gli altri paesi e il possibile aggravarsi dell’emergenza per l’arrivo dell’influenza stagionale.

Leggi anche il nostro articolo sulle fake news sul vaccino che circolano sul web 

Vaccino anti Covid, Fondazione Onda: “Sfatiamo le fake news che circolano nel web”

Redazione

Fonte immagini: Pexels e Pixabay

©2021 Radio Wellness®

Condividi su:
Taggato come

Radio Wellness è una testata giornalistica che offre informazioni a carattere generale su salute e benessere.

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto