favorite
Categorie
Podcast & Programmi
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

Disabilità

3 dicembre 2020, Giornata Internazionale delle persone con disabilità. Per un mondo inclusivo, accessibile e sostenibile

Condividi

Il tema della Giornata di quest’anno è: “Ricostruire meglio: verso un mondo post Covid-19 inclusivo della disabilità, accessibile e sostenibile”.
disabilità
ONU- Convenzione sui diritti delle persone con disabilità
Disabilità nel mondo 
Secondo il Rapporto dell’Organizzazione mondiale per la sanità, il 15% della popolazione di tutto il mondo convive con la disabilità. Sul totale delle persone in questa situazione, oltre un miliardo, circa 450 milioni vivono con problematiche relative alla condizione mentale o neurologica e due terzi dei disabili non cercano assistenza medica professionale per timore di essere soggetti a stigmatizzazione, discriminazione e abbandono. L’emergenza sanitaria in questi mesi ha spesso isolato ancora di più chi soffre di queste patologie, come evidenzia l’appello lanciato dalla Lega del Filo d’Oro per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, che proprio a causa della seconda ondata di pandemia, rischiano di vivere sempre più isolate dalla società mentre alle loro famiglie resta l’onere di dover sopperire ai servizi assistenziali e riabilitativi erogati a singhiozzo o fortemente ridotti. Il mondo della scuola poi è lo specchio della difficile situazione che viviamo in Italia. A partire dalla carenza di insegnanti di sostegno. Le scuole poi denunciano come la DaD (didattica a distanza) abbia da un lato sopperito al sostegno nella situazione di emergenza, ma abbia allo stesso tempo privato gli alunni con BES (bisogni educativi speciali) del contatto con i loro insegnanti di riferimento. Altra problematica emersa con la pandemia alla quale le persone con disabilità erano già sensibili è il cosiddetto fenomeno delle classi-pollaio: il sovrannumero di alunni nelle classi ha dimostrato di rendere la didattica sempre meno efficace, con particolare incidenza sullo sviluppo degli alunni con BES.
logo disability pride
Le iniziative del Disability Pride Italia
Disability Pride Italia ha organizzato una due-giorni (il 3 e il 4 dicembre) di incontri proprio su varie tematiche inerenti alla disabilità: dai diritti ai livelli essenziali delle prestazioni, all’accessibilità al mondo del lavoro. Un webinar è fruibile dal sito disabilityprideitalia.org per tenere alta l’attenzione non solo dell’opinione pubblica ma soprattutto delle istituzioni. Non a caso il Disability Pride Network ha firmato un documento che ha già presentato alle istituzioni e che riassume i passaggi che ancora rimangono da fare per arrivare alla piena attuazione della Convenzione ONU sui Diritti delle persone con disabilità:
  • abbattimento delle barriere architettoniche
  • garanzia di autonomia
  • garanzia di assistenza educativa
  • formazione continua
  • inserimento lavorativo
  • tutela dei caregiver
  • riconoscimento della lingua dei segni
  • garanzie sui Livelli Essenziali di Assistenza
Ascolta l’intervista a Carmelo Comisi, Presidente di Disability Pride Italia
L’istituzione della Giornata delle persone con disabilità
La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità dell’ONU adottata nel 2006 ha sancisce i diritti e il benessere delle persone con disabilità, ribadendo il principio di uguaglianza e la necessità di garantire loro la piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della società. La Convenzione invita gli Stati ad adottare le misure necessarie per identificare ed eliminare tutti quegli ostacoli che limitano il rispetto di questi diritti imprescindibili. Anche l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile si fonda sul principio che nessuno sia lasciato indietro, comprese ovviamente le persone con disabilità. In particolare l’Agenda mira a un rafforzamento dei servizi sanitari nazionali e al miglioramento di tutte quelle strutture che possano permettere un effettivo accesso ai servizi per tutti. Sensibilizzare l’opinione pubblica per favorire l’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità permette di facilitare il percorso verso uno sviluppo inclusivo e sostenibile attraverso l’eliminazione della disparità di genere, il potenziamento dei servizi educativi e sanitari e in definitiva, l’inclusione sociale, economica e politica di ogni cittadino. La giornata del 3 dicembre deve ricordarci l’importanza di valorizzare ogni individuo e di abbattere le barriera che limitano diritti imprescindibili. Leggi anche il nostro articolo sull’esperienza di Marco Rossato, velista impegnato nel progetto “Lo sport e la disabilità” 
La passione di Marco Rossato a servizio dei giovani con disabilità per avvicinarli al mondo della vela
Redazione Intervista: Dorotea Rosso Fonte immagini: Pixabay ©2020 Radio Wellness®