favorite
Categorie
Podcast & Programmi
logo event the castle
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

Immagine di prostooleh su Freepik

Sostenibilità: 3 regole per una cucina ecologica

Condividi

Prodotti e metodi di cottura per una cucina ecologica, quali sono

La sostenibilità attraversa ogni ambito della nostra vita quotidiana e anche la cucina ecologica ha un peso importante. Per contribuire alla salvaguardia del Pianeta e tutelare l’ambiente in cui viviamo possiamo adottare alcuni accorgimenti quando cuciniamo, dalla scelta dei prodotti ai metodi di cottura. Vediamoli insieme!

Prodotti biologici, a km zero

Non è sempre possibile, sia per una questione di costi che per la loro disponibilità, ma cerchiamo di scegliere prodotti freschi biologici e a km zero. Il perché è presto detto: tutto ciò che è biologico certificato viene realizzato attraverso metodi di produzione che non utilizzano pesticidi, diserbanti e insetticidi dannosi per l’ambiente e per la salute degli esseri viventi.

Anche la distanza di produzione rispetto al luogo in cui viviamo la dice lunga sulla sostenibilità di un prodotto. Acquistare ciò che viene coltivato e allevato in zone non troppo distanti da noi è un piccolo ma significativo passo verso il rispetto ambientale: si riduce l’uso di mezzi di trasporto sia su ruote che su rotaia, contribuendo ad una minore emissione di Co2 nell’aria.

Prodotti biologici per cucina ecologica

Tecnologia per cucina ecologica

Non solo la scelta dei prodotti ma anche i metodi di cottura fanno la differenza: ad esempio, per una cucina ecologica possiamo affidarci alla pentola a pressione, che riduce i tempi di cottura dei cibi e, dunque, l’uso di gas e energia.

Anche il forno a microonde può essere un valido aiuto in questo senso: rispetto agli elettrodomestici di dieci anni fa, quelli di oggi sono notevolmente evoluti e in grado di rispondere alle esigenze di sostenibilità senza farci spendere troppi soldi.

Un buon forno a microonde è in grado di ridurre notevolmente le tempistiche richieste per cucinare i nostri piatti, e si presta alla cottura di un’ampia gamma di prodotti: dalle verdure alla carne, dalle uova a risotto, zuppe e minestre.

Forno a microonde in aiuto all’ambiente

Cucina ecologica, piccoli consigli per realizzarla

A volte raggiungere grandi obiettivi è più semplice di quanto pensiamo: oltre all’aiuto della tecnologia, possiamo adottare alcuni comportamenti saggi e aiutare davvero l’ambiente. Come? Ad esempio, usando i coperchi per coprire le pentole sui fornelli, che ci permettono di abbassare il fuoco e cucinare più lentamente, ma meglio, le pietanze preparate.

Semplici attenzioni per cucinare in modo sostenibile

Non solo: quando utilizziamo il forno tradizionale, evitiamo di aprire e chiudere l’anta, azione che porta ad una dispersione di calore e, quindi, ad un allungamento dei tempi di cottura. Sembrano poca cosa ma, se ognuno di noi portasse attenzione a questi piccoli accorgimenti, potremmo incidere positivamente sull’ambiente.

Cucinare porzioni abbondanti da conservare

Ma non finisce qui: se vogliamo davvero fare la differenza e far diventare la cucina un hobby a cui prestare cure e attenzioni, possiamo organizzarci per cucinare porzioni abbondanti, scegliendo pietanze che si prestano ad essere consumate nei giorni successivi alla loro preparazione.

Ad esempio, se decidiamo di preparare un buon pasticcio di verdure, possiamo realizzarne una discreta quantità. Una volta cotto, la parte che avanza può essere suddivisa in monoporzioni e messa in congelatore, se pensiamo di consumarla nel corso delle settimane, o in frigo se vogliamo portarla in ufficio per il nostro pranzo.

Anche questo è un modo per non gettare cibo, e risparmiare sia denaro che energia: la pietanza viene cucinata una solta volta e utilizzata nel tempo. Come vedete, bastano poche e semplici attenzioni per cambiare il nostro approccio alla cucina e ridurre l’inquinamento dell’aria che respiriamo. Non si tratta di trasformazioni radicali ma solo di buona volontà!

Leggi anche il nostro articolo ‘Natale eco-solidale 2023, 10 idee per regali belli e sostenibili’

Fonte immagini: Freepik