car free

Car free day, 22 settembre giornata senz’auto

Anche per il 2022 la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta dedica l’intero mese di settembre alla bici, con iniziative su tutto il territorio nazionale pensate per diffondere e incentivare stili di vita sani e rispettosi dei territori, car free, coinvolgendo un numero sempre maggiore di persone, enti e aziende

Tutto ruota intorno alla European Mobility Week, ovvero la Settimana Europea della Mobilità-SEM, la campagna di sensibilizzazione della Commissione Europea che, da oltre vent’anni, riunisce tra il 16 e il 22 settembre piccole e grandi città di tutta Europa nella promozione di pratiche locali innovative nell’ambito della mobilità attiva e del trasporto pubblico. 

“La bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano è oggi la migliore risposta al caro energia e al rischio razionamento, cambia in meglio il nostro modo di muoverci e di fruire dello spazio in cui viviamo – dichiara Alessandro Tursi, Presidente di FIAB. – Lo scenario emergenziale che ci coinvolge richiede un passo concreto verso una mobilità alternativa in bicicletta, più sana e più sostenibile. Un cambiamento che deve coinvolgere singoli cittadini e decisori politici. Ecco perché, a pochi giorni delle elezioni del 25 settembre, abbiamo inviato come FIAB una Lettera Aperta ai candidati e ai leader politici chiedendo di inserire la transizione intelligente della mobilità nei loro programmi, per offrire a ogni cittadino la possibilità di scegliere le due ruote per ogni spostamento. E abbiamo corredato la lettera di un Decalogo di proposte”. Il documento completo è disponibile a questo link.

Car free day

Nei giorni della Settimana Europea della Mobilità, dal 16 al 22 settembre, ma anche per il resto del mese, sono centinaia le iniziative su due ruote promosse da FIAB in tutta Italia e contraddistinte dal claim CAMBIA STILE, VAI IN BICI! direttamente ispirato allo slogan europeo di quest’anno: “Better Connection, Mix & Move!”.

Tutte le iniziative della Giornata si possono trovare nel sito di Fiab da dove abbiamo preso le informazioni.

Leggi anche il nostro articolo sui benefici dell’attività fisica.

Condividi su: