Giornata Mondiale della Terra

Earth Day, festeggiamo la Terra

La Giornata Mondiale della Terra, Earth Day, è un’occasione di discussione sui temi legati all’ecologia e alla sostenibilità. La più grande manifestazione ambientale del pianeta si celebra proprio il 22 aprile, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera.

E quest’anno si tratterà della cinquantunesima edizione. Nata nel 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali del nostro pianeta, la Giornata Mondiale della Terra è sempre di più motivo di confronto su problematiche come inquinamento di aria e suolo, la distruzione degli ecosistemi. Oltre che una sfida sempre aperta affinché tutti i giorni si possa vivere in maniera sostenibile, proteggendo l’ambiente.

Giornata Mondiale della Terra: la storia

Era il 1962 quando si iniziò a discutere l’ipotesi di stabilire un giorno dedicato alle celebrazioni per la Terra. Paladino dell’idea, il senatore americano Gaylord Nelson che volle portare avanti un progetto cullato da John Fitzgerald Kennedy, uno dei primi presidenti americani a parlare di ambiente e di tutela dell’ecologia. Lo scopo? Condividere l’idea di difendere Madre Terra, di salvaguardarla dai rischi dell’industrializzazione pesante.

Nel 1969 l’Earth Day prese definitivamente corpo. A spingere in tal senso fu il disastro ambientale di Santa Barbara, in California, dove un pozzo della Union Oil versò in mare del petrolio. Nacque così l’esigenza di portare la protezione dell’ambiente nell’agenda politica. «Tutte le persone, a prescindere dall’etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile» si legge nell’atto di nascita dell’Earth Day. Il movimento popolare fu spontaneo e forte. Milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra.

Foto di OCG Saving The Ocean su Unsplash

Dalle proteste contro la Guerra in Vietnam si passò a quelle contro l’inquinamento da combustibili fossili, quello delle fabbriche e delle centrali elettriche, i rifiuti tossici, i pesticidi, la desertificazione. Col tempo quella che era nata come manifestazione americana si è diffusa in tutto il mondo. Sotto la spinta decisiva dei social e di testimonial d’eccezione come Leonardo DiCaprio.

Giornata Mondiale della Terra: 5 doc per capirne di più

Antropocene

Più che un semplice documentario, un lavoro originalissimo. Stiamo parlando di Antropocene – L’epoca umana documentario di Edward Burtynsky, Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier che combinano arte, cinema, realtà virtuale e ricerca per narrare da un altro punto di vista i cambiamenti che l’essere umano ha impresso nel mondo dal suo arrivo.

La fattoria dei nostri sogni

Ha fatto molto scalpore questo bellissimo documentario diretto da John Chester. Storia d’amore e di speranza di una coppia che decide di acquistare una fattoria e di vivere in piena armonia con la natura. Accettandone ogni sfida con pacatezza e forza. Uscito relativamente in sordina ha conquistato la critica grazie al passaparola del pubblico.

Cowspiracy e Dominion

Possiamo vivere in un mondo sostenibile anche scegliendo cosa mangiare. Anzi, cosa non mangiare. I due documentari che segnaliamo, soprattutto il secondo, sono un pugno nello stomaco. Vanno visti però per farsi un’idea completa della questione: mangiare vegetale può ridurre l’inquinamento? Sicuramente sì. È risaputo infatti che la maggior parte degli agenti inquinanti nell’atmosfera è il frutto delle deiezioni degli animali d’allevamento. Bloccare questo tipo di attività può contribuire ad una diminuzione sensibile dell’inquinamento. Oltre a predisporci ad un modo di vivere più gentile.

The True Cost movie

Andrew Morgan dirige nel 2015 il documentario forse più noto sulla Fast Fashion. Un fenomeno che non solo inquina, creando quantità enormi di rifiuti, ma favorisce discriminazioni sociali ed economiche molto forti. Sì, anche scegliere di non comprare magliette cucite da operai sottopagati con tessuti di pessima qualità che si trasformeranno certamente in oggetti inquinanti ci permette di proteggere la Terra. Buona Giornata Mondiale della Terra a tutti noi.

Scopri il palinsesto di Radio Wellness e seguici su Facebook e Instagram

Francesca Fiorentino

©2021 Radio Wellness®

Condividi su:
Scroll Up