assorbenti ecologici, quali usare

Guida completa per principianti agli assorbenti ecologici

Continuano i nostri approfondimenti alla ricerca di prodotti per la cura del corpo e per la nostra bellezza sostenibili anche per l’ambiente

Dopo il focus su igiene orale e shampoo solidi tocca a un’altra categoria di prodotti squisitamente femminili: gli assorbenti. Esistono degli assorbenti ecologici, o meglio esiste un modo per diminuire la formazione di rifiuti legati al ciclo?

La risposta è sì. Qui ti racconteremo come scegliere gli assorbenti ecologici più adatti a te e quali sono i pro e i contro di ognuno.

assorbenti ecologici
Foto di Aunt Flow su Unsplash

Assorbenti ecologici

Assorbenti lavabili

In effetti si tratta della scoperta dell’uovo di Colombo. Prima che arrivassero gli assorbenti usa e getta (ideati di Benjamin Franklin per curare i soldati feriti al fronte), nei secoli passati le nostre nonne e bisnonne facevano esattamente così: al posto degli assorbenti indossavano delle stoffe ripiegate (non comodissime in effetti), che poi lavavano e riutilizzavano all’infinito.

È lo stesso principio degli assorbenti lavabili di oggi che in più hanno una forma decisamente più accattivante e un grado di assorbenza maggiore, che limita ogni genere di problema legato al flusso.

Pro: ambiente felice

Contro: il costo è un po’ alto e comunque necessitano di una gestione regolare. Gli assorbenti vanno subito lavati (o perlomeno sciacquati) per evitare macchie resistenti.

In caso di uscita, non è sempre comodo conservare l’assorbente usato. Esistono però dei sacchetti appositi.

Consiglio: usa sempre acqua FREDDA per lavarli.

Mutande assorbenti

Simili agli assorbenti lavabili, ma con la comodità di poter essere direttamente indossate, senza avere ingombri. Gli slip assorbenti sono mutande a tutti gli effetti, con un rinforzo nella parte della vulva, dove si trovano vari strati di tessuto assorbente.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Lovable Official (@lovable_official)

Pro: ambiente felice e grande tranquillità, soprattutto durante la notte.

Contro: come con gli assorbenti lavabili, gli slip vanno lavati immediatamente dopo l’utilizzo.

La coppetta mestruale

Amata e odiata con la stessa intensità, tra i prodotti che ci aiutano a gestire il ciclo in maniera più sostenibile la coppetta mestruale ricopre un ruolo di primaria importanza.

Si tratta di una coppa di silicone che si inserisce nella vagina dopo una serie di piegature. Una volta posizionata, la coppetta si apre e raccoglie il flusso. Per estrarla e pulirla dovrai tirare il piccolo cordoncino che resta fuori.

Ne esistono di diverse misure a seconda della tua età o se hai avuto figli o meno.

Pro: le donne che la amano parlano di comodità totale. Ci si dimentica di averla indosso e questo è un fattore notevole. Inoltre, la durata è garantita per circa 10 anni, quindi l’investimento iniziale viene ammortizzato nel tempo.

Contro: ci vuole un po’ di tempo per acquisire dimestichezza nell’inserimento. E se non ti senti a completo agio può risultare fastidioso.

Inoltre, è poco pratica. Soprattutto se hai flussi molto abbondanti che ti obbligano a cambi frequenti.

Vero è che la coppetta contiene più flusso di un normale tampone, ma va sciacquata bene e rimessa e non sostituita. Questo potrebbe non sempre essere possibile in breve tempo e in un luogo sicuro.

Consiglio: prima del primo uso devi sterilizzarla in acqua bollente. Pulisci sempre bene le mani prima di ogni utilizzo.

Assorbenti compostabili

Sono un ottimo compromesso tra tutte le varie soluzioni. Si trovano online e nei negozi biologici, hanno un costo contenuto e soprattutto possono essere gettati nell’umido.

Grazie al minor contenuto di plastiche impiegate, il tempo di dissolvimento è di circa 6 mesi, un soffio rispetto agli anni di decomposizione degli assorbenti tradizionali.

Pro: costo contenuto e praticità sono i due pro principali. Soprattutto se consideri il fatto che tutta la confezione è riciclabile/compostabile.

Contro: sono ingombranti come gli assorbenti tradizionali, quindi pur essendo ottimi questi assorbenti ecologici danno un po’ di fastidio.

Consiglio: verifica che nel tuo Comune di residenza si possano compostare correttamente.

Foto di copertina: Aunt Flow su Unsplash

Francesca Fiorentino

Seguici su Facebook e Instagram

2022 – Radio Wellness®

Condividi su: