favorite
Categorie
Podcast & Programmi
logo event the castle
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

Lasitskene, Francis, Povea, Derkach: al Pedrocchi l’incontro con i campioni del Meeting internazionale “Città di Padova”

Condividi

Il16 luglio 2019 si darà il via al XXXIII Meeting internazionale “Città di Padova” di atletica leggera. Dalle ore 17 il via delle prove giovanili, dalle 19 le gare dei big che coinvolgeranno atleti da 37 diverse nazioni e da 5 continenti. L’ingresso sarà grautito. Lunedì 15 luglio, hanno parlato le star del Meeting nell’incontro con i giornalisti e alcuni atleti del settore giovanile di Assindustria Sport al Caffè Pedrocchi. Un modo per entrare in clima gare, alla vigilia di un appuntamento che coinvolgerà ben 14 medaglie olimpiche e 41 medaglie mondiali. Un’occasione più unica che rara dunque, quella che si presenterà al Colbacchini. Ai nostri microfoni, la prima ad intervenire è stata Mariya Lasitskene, l’altista russa salita ormai imbattibile da diversi anni, arrivando a quota 2.06 metri, l’unica atleta che oggi può pensare seriamente al record del mondo di 2.09 di Stefka Kostadinova, che resiste dal 1987, anche se, come da lei affermato, ad oggi non è particolarmente ossessionata dal record e soprattutto, preferisce non pensare alle Olimpiadi “altrimenti sale l’agitazione” afferma. Ai ragazzi che le domandano come arrivare ad un livello così importante risponde «È importante avere la voglia costante di dare sempre il meglio. È importantissimo seguire le proprie passioni e ascoltare il proprio allenatore, che quando dà indicazioni lo fa sempre per il vostro bene».
Mariya Lasitskene
Subito dopo interviene Phyllis Francis, oro ai Giochi olimpici di Rio 2016 con 4×400 e campionessa iridata in carica sul giro di pista. L’americana apprezza molto le bellezze di Padova dichiarando di amare la storia che la città racchiude e non solo: «Il cibo è meraviglioso. Sono qui da qualche giorno e ho anche avuto modo di allenarmi al Colbachini, che ospiterà le gare: è una pista veloce, le sensazioni sono molto buone e soprattutto mi piace il colore blu del fondo!». Le è stato poi chiesto se avesse intenzione di battere il record dei 50″ e l’atleta ironicamente ha risposto, senza alcuna esitazione, che quel record ce l’ha già nella sua collezione.
Da sinistra Liadagmis Povea e Phyllis Francis
Una delle gare più attese è quella del salto triplo. Al Pedrocchi erano presenti due delle principali sfidanti della favorita Yulimar Rojas, tre volte oro iridato nel triplo, vale a dire la due volte campionessa nazionale cubana Liadagmis Povea che, nonostante la sua giovane età, è davvero molto convinta delle sue prestazioni, che da ben 4 anni si confermano come le più performanti. A lei si affianca anche l’azzurra Dariya Derkach. «So che in tante abbiamo misure vicine al record della manifestazione (14.85 metri saltati dalla russa Oksana Udmurtova nel 2008, ndr): non so se il primato sarà riscritto domani, ma ci proveremo», ha sottolineato l’atleta caraibica. «Io da circa 4 anni mi sto esprimendo a questi livelli e so di poter migliorare ancora». Dariya si è rivolta direttamente ai ragazzi presenti in sala: «Ci attende una gara stellare, quasi paragonabile a una finale mondiale. Per me, dopo un anno senza gare per via di un brutto infortunio al perone, non sarà facile. Ma a voi dico di non perdervi d’animo. Dopo uno stop come quello che ho avuto, per quanto mi riguarda, conta soprattutto ritrovare buone sensazioni, in particolar modo grazie al pubblico che sarà presente».
Dariya Derkach
A seguito delle interviste, le star insieme ai giovani atleti, si riuniscono per molte foto di gruppo, unite alle richieste di autografi e sefie. Si attende dunque con ansia un evento che sembrerebbe a dir poco “stellare”.   Redazione I diritti delle immagini sono riservati a Radio Wellness®   ©2019 Radio Wellness®