favorite
Categorie
Podcast & Programmi
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

acqua frizzante

Naturale o frizzante? 5 consigli su come scegliere l’acqua che fa per noi

Condividi

C’è chi non vive senza acqua frizzante e chi invece beve solo quella naturale. Sfatiamo alcuni falsi miti sulle acque e ricordiamoci di bere spesso

Acqua naturale o frizzante?

Se vi chiedete quale tipo di acqua scegliere per il consumo giornaliero non ponetevi troppe domande. Dal punto di vista della salute non c’è differenza tra quella naturale e quella frizzante. Le bollicine danno la sensazione che l’acqua gasata disseti di più ma si tratta solo di una sensazione: l’anidride carbonica stimola i recettori del gusto anestetizzandoli e donando così una piacevole freschezza, percezioni che però sono momentanee. Alla fine è solo una questione di gusti, la cosa davvero importante è bere molto durante il giorno.

Bere molto – immagine: Canva

L’acqua minerale frizzante è acqua minerale naturale con l’aggiunta di anidride carbonica o diossido di carbonio. L’aggiunta di diossido di carbonio favorisce la formazione delle bollicine e l’effetto frizzante che caratterizza questo tipo di acqua.

E neppure la convinzione che l’acqua con aggiunta di anidride carbonica faccia digerire meglio è vera. L’acqua frizzante non ha nessun effetto nell’aiutare la digestione. Il gas che ingeriamo bevendo favorisce l’espulsione di aria ma non incide sull’azione digestiva.
Sia l’acqua naturale che quella frizzante hanno un apporto calorico pari a zero. E’ bene però che chi soffre di dilatazione gastrica e gonfiore non prenda acqua gasata. La regola generale è che dato che il nostro corpo necessita di assumere tanti liquidi la scelta più indicata è di bere acqua naturale, alternandola di tanto in tanto con quella gasata.

L’acqua naturale è caratterizzata da un effetto diuretico maggiore rispetto a quella frizzante, anche perché non favorendo subito la sensazione di pienezza, si tende a berne molta di più.

Meglio consultare anche le etichette sulle bottiglie che riportano le proprietà e il contenuto di sali minerali. Con un residuo fisso di sodio inferiore a 50 milligrammi per litro (mg/l), l’acqua naturale o frizzante è definita “ leggera” in quanto molto povera di sodio e sali minerali e pertanto è indicata per stimolare la diuresi. Le acque oligominerali, cioè quelle che presentano poco sodio e pochi sali minerali hanno un residuo fisso non superiore a 500 mg/l e  sono ottime da bere ogni giorno, ma se superano tale valore vanno consumate con limitazione a seconda dei sali minerali presenti (calcio, zolfo, ferro, bicarbonato, magnesio, eccetera) e comunque vanno alternate ad acque oligominerali.

Infine, se il residuo fisso dell’acqua supera i 1500 mg/l si parla di acque curative che dovrebbero essere assunte su indicazione medica vista l’elevata presenza di sali minerali. (fonte: Fondazione Veronesi)

Acqua – immagine: Canva

Anche in caso di specifiche patologie la scelta dell’acqua non deve essere casuale:

per la calcolosi renale o renella è indicato bere acqua oligominerale leggera che possa diluire l’urina e prevenire la formazione di calcoli;

in caso di osteoporosi meglio assumere acque ricche di calcio;

a fronte di ritenzione idrica l’acqua ideale è quella povera di sodio;

se si accusa frequente stanchezza, l’acqua ideale è quella ricca di sali minerali.