san valentino

14 febbraio 2021, San Valentino. Fiori, cioccolatini…e litigi. Guida semiseria alla vita di coppia

San Valentino. Nel giorno più romantico dell’anno, in controtendenza rispetto ai cuoricini e alle frasi d’amore, arriva una ricerca proposta da MioDottore. I single, in generale, starerebbero meglio degli “accoppiati”, la piattaforma ha individuato 10 vantaggi derivati dalla vita solitaria.

coppia
Vita di coppia, pregi e difetti
San Valentino 2021

San Valentino 2021 “scambia” le cene a lume di candela con i pranzi romantici, senza dimenticare gli intramontabili bigliettini, i regali, i cioccolatini.

Insomma, una serie di clichè che molti definiscono prettamente commerciali, anche se il 14 febbraio resta IL giorno dell’amore e del benessere psicofisico spesso legato alla vita di coppia.

Ma è sempre così?

Non sempre, almeno secondo la ricerca di MioDottore che ci presenta un’indagine sulle sensazioni e le emozioni di donne e uomini single con lo scopo di comprendere se esistono benefici fisici ed emotivi per chi non vive una relazione stabile.

E quello che emerge dallo studio è sorprendente: sono stati evidenziati almeno 10 motivi per affermare che i single godono di una migliore salute fisica ed emotiva, senza particolari distinzioni di genere.

Vediamo quali sono:

Più tempo per curare il proprio corpo. Quando si è in coppia, i momenti da dedicare a palestra e sport diminuiscono nettamente: si concede più spazio al partner, magari intensificando cene fuori casa e pranzi con parenti. Non stupisce dunque che, mediamente, le persone single risultano più in forma rispetto a chi è in dolce compagnia.

Maggior spazio per le proprie passioni. Se vissuti intensamente, gli interessi preferiti necessitano di una quantità notevole di tempo che inevitabilmente si assottiglia quando si è in due. Inoltre, quando i partner non condividono le stesse passioni, è probabile che seguirle tutte risulti difficile.

Più energia per le amicizie. Come per le passioni, l’approfondimento dei rapporti di amicizia necessita cura e attenzione; anche in questo caso, se tra i partner non ci dovesse essere allineamento sulle amicizie, coltivarle diventa complesso.

Meno stress per ordine/disordine. Quando si convive con un’altra persona bisogna inevitabilmente accettare abitudini che non sempre sono congeniali: una delle più frequenti è l’imposizione dell’ordine o del disordine, mentre, quando si è single, si può organizzare lo spazio domestico a proprio piacimento.

Viaggi più rilassati. Un’attività stimolante come la scoperta di nuovi luoghi può essere fonte di stress quando i desideri non combaciano. Accordare le esigenze di entrambi non è facile e questo rallenta i processi organizzativi.

Più tempo per sé. Quando si è in coppia si tende a investire tempo ed energie per far piacere al partner più che pensare al proprio benessere.

Disponibilità economica più ampia. Le coppie tendono a spendere molto per regali, cene e sorprese, rimanendo con meno soldi per le proprie passioni; i single invece possono organizzare in maniera diversa e autonoma il proprio budget dedicando quello in eccedenza a ciò che più si desidera.

Zero regole e giustificazioni. I single hanno la possibilità di gestire i propri orari di uscita e rientro a casa e possono essere più sereni e senza sensi di colpa qualora volessero flirtare con qualcuno.

litigio
Vita di coppia significa anche litigi

Meno litigi. In un rapporto a due, le discussioni sembrano essere la norma. Tale problematica invece non stressa i single.

Impegnarsi in un progetto. Maggior tempo e libertà garantiscono la possibilità di impegnarsi in un’idea o un obiettivo specifico che possa dare soddisfazione personale, cosa che purtroppo, in un rapporto di coppia, non è sempre possibile.

San Valentino, la storia della festa celebrata in tutto il mondo

Certo, qualche difetto nella vita di coppia c’è di sicuro, ma è altrettanto innegabile che la ricerca dell’anima gemella spinga tutti inesorabilmente.

All’origine della festa di San Valentino, troviamo i Lupercalia, feste romane di purificazione celebrate a metà febbraio piuttosto lascive e che intendevano celebrare la fertilità. Col passare del tempo l’aspetto “carnale” della festa venne contenuto e si arrivò a indentificare la giornata con un santo.

La festa è anche legata anche al culto del sacerdote romano Valentino, morto decapitato il 14 febbraio, nel III secolo, per aver celebrato matrimoni cristiani. La storia vuole che Valentino abbia curato la figlia del suo carceriere dalla cecità e che il giorno prima del suo martirio le abbia fatto scivolare un biglietto firmato “il tuo San Valentino”.

Tradizioni dal mondo per San Valentino 

In Inghilterra i biglietti si trasformano in “valentines”, dolci parole rivolte ai giovani innamorati per il 14 febbraio.

Negli Stati Uniti, a metà del XIX secolo, la festa assunse il carattere più commerciale che ha anche oggi con l’invenzione di cartoline confezionate da spedire per posta all’amato. Oggi, la versione americana di San Valentino è simile a una grande celebrazione dell’amore, dell’amicizia e dell’affetto, in cui vengono spesi 20 miliardi di dollari ogni anno.

In Giappone la tradizione vuole che siano le donne a regalare cioccolatini agli uomini. Oggi questa tradizione è ben consolidata: milioni di donne giapponesi offrono praline a San Valentino in segno di affetto, amicizia o rispetto professionale, con codici ben precisi. I “giri-choko”, cioccolatini obbligatori, sono riservati a colleghi e capi mentre gli “honmei-choko”, cioccolatini di qualità superiore, sono l’unico segno di “vero amore”.

Vietato San Valentino

La festa di San Valentino è vietata in una trentina di paesi nel mondo, si tratta principalmente di paesi musulmani che considerano il giorno di San Valentino una “festa cristiana pagana”. Questo è stato a lungo il caso dell’Arabia Saudita. In Iran la festa è molto apprezzata ma le associazioni di commercianti vietano espressamente la vendita di palloncini rossi a forma di cuore a febbraio (dati Ansa).

Quale migliore occasione per riascoltare con il partner la nostra prima puntata di Intimità e Benessere, per l’equilibrio sessuale della coppia

Intimità e benessere: la nuova rubrica dedicata alla sessualità e alla complicità di coppia

Redazione

Fonte immagini: Pexels, Pixabay, Giphy e Freepik

©2021 Radio Wellness®

Condividi su: