favorite
Categorie
Podcast & Programmi
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

Shelly-Ann Fraser-Pryce, ancora una stella al Meeting “Città di Padova”

Condividi

(Padova 14.07.19) Il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro lo aveva anticipato a margine della conferenza stampa di lancio dell’evento: «Il cast è già molto ricco, ma stiamo lavorando per portare un’altra stella al Colbachini». Beh, è stato di parola. Perché la stella che si aggiunge al “Città di Padova” è in assoluto una delle più brillanti della storia dell’atletica leggera: Shelly-Ann Fraser-Pryce. La campionessa giamaicana è da più di un decennio uno dei simboli più fulgidi della velocità mondiale ed è la quarta regina di un Meeting che, martedì 16 luglio (a ingresso gratuito), potrà già schierare atlete del calibro di Mariya Lasitskene nel salto in alto, Phyllis Francis nel giro di pista e Yulimar Rojas nel triplo, per citare solo gli altri tre nomi di maggior spicco. Fraser-Pryce torna in Veneto dopo aver già vinto i 100 metri a Padova nelle edizioni del 2015 (col record della manifestazione, 10”98, allora “scippato” dopo più di un quarto di secolo a Merlene Ottey) e nel 2016, quando ancora si gareggiava all’Euganeo e non sulla veloce pista del rinnovato Stadio Colbachini. Nel frattempo è diventata mamma, si è ovviamente fermata per un po’ e ha ripreso a correre… fortissimo: il suo primato stagionale, di 10”73, realizzato nella sua Kingston lo scorso 21 giugno, la pone in testa alle liste internazionali del 2019 assieme alla connazionale Elaine Thompson. Insomma, non è detto che a Padova non possa migliorarsi ancora e riscrivere il record della pista. Per il resto, a chiarire quale sia il suo peso nella storia dell’atletica leggera basta il palmares: 6 medaglie olimpiche, fra cui 2 d’oro, 10 medaglie mondiali (fra cui 7 d’oro). Fraser-Pryce è arrivata a 27 centesimi dal record del mondo sui 100 metri, stabilito nel 1988 dalla statunitense Florence Griffith-Joyner. È nata a Kingston, la capitale della Giamaica, il 27 dicembre 1986. Ha ottenuto la prima vittoria importante della sua carriera nel 2008, quando s’impose nei 100 metri ai Giochi di Pechino. Negli anni successivi, maternità a parte, non si è più fermata, dominando le scene internazionali. E ora è pronta a tornare a Padova, sui blocchi alle ore 20.55, nell’ultima gara di questa XXXIII edizione. Quando si dice: dulcis in fundo.   Fonte: Ufficio Stampa Assindustria Sport Padova ©2019 Radio wellness®