Banner RWN
Ascolta RWN
Ascolta RWN

A Roma una settimana per sconfiggere il diabete urbano

Roma, 1° luglio 2019 – Per affrontare quella che ormai si sta rivelando la malattia più rilevante e potenzialmente pericolosa del nostro secolo, nella prima metà di luglio, Roma, che con quasi 300mila persone con diabete rappresenta la città con il maggior numero assoluto di coloro che sono colpiti dalla malattia nel nostro Paese, assumerà il ruolo di capitale della lotta al diabete. Questo grazie a una serie di iniziative che si svolgeranno nella metropoli sulla scia della seconda Giornata nazionale per la salute e il benessere nelle città che come ogni anno si svolge il 2 luglio, giorno centrale dell’anno.

L’8 e il 9 luglio farà tappa a Roma, nella centralissima Piazza San Giovanni, “Al cuore del diabete”, la campagna itinerante di sensibilizzazione sulla patologia diabetica, sull’importanza del controllo glicemico, del peso corporeo e di tutti gli altri fattori di rischio che concorrono allo sviluppo di complicanze, in particolare di quelle cardiovascolari. In questi due giorni le persone con diabete potranno effettuare esami di screening quali la misurazione dei valori di emoglobina glicata, del profilo lipidico e dell’indice di massa corporea, ecocardiogramma ed ecocolordoppler carotideo, e ricevere la valutazione clinica congiunta di diabetologo e cardiologo. Il progetto approderà fino all’interno della Camera dei Deputati, dove i parlamentari effettueranno anch’essi nei due giorni seguenti lo screening, a testimoniare come la prevenzione cardiovascolare nelle persone con diabete deve essere un tema comune. La campagna “Al cuore del diabete” è realizzata con il patrocinio di SID – Società italiana di diabetologia, AMD – Associazione medici diabetologi, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e Intergruppo Parlamentare Qualità di Vita nelle Città, con il contributo non condizionato di Novo Nordisk e in connessione con il progetto internazionale ‘Cities Changing Diabetes’ che quest’anno festeggia cinque anni.

“L’iniziativa Cities Changing Diabetes, realizzata in partnership tra University College London (UCL) e il danese Steno Diabetes Center con il contributo non condizionato di Novo Nordisk, è il primo progetto al mondo di Urban Diabetes che ha come obiettivo lo studio dell’impatto del diabete nei grandi contesti urbani”, afferma Andrea Lenzi Presidente dell’Health City Institute e Presidente del Comitato di Biosicurezza, Biotecnologie e Scienze della Vita della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che prosegue: “Uno degli aspetti più importanti emerso dal programma, grazie ai dati raccolti finora, è che il diabete è una malattia molto complessa, influenzata sia dal rischio individuale sia da fattori sociali e culturali e che il rischio di sviluppare la malattia è cresciuto con l’aumentata urbanizzazione, motivo per cui il programma, al termine di una fase preliminare di studio del fenomeno, prevede l’individuazione di una serie di azioni da mettere in atto per contrastare la crescente diffusione di questa malattia, con tutte le sue complicanze”.

Negli stessi giorni, la città di Roma ospiterà anche il summit internazionale sul diabete urbano “Creating the World of tomorrow – At the Heart of the City”, organizzato da Italian Barometer Diabetes Observatory (Ibdo) Foundation, Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Health City Institute, I-Com Istituto per la competitività, Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni italiane e Intergruppo Parlamentare “Qualità di vita nelle città”, che riunisce esperti, Istituzioni, rappresentanti di Società Scientifiche e dei pazienti per confrontarsi e cercare di individuare soluzioni concrete. La prima giornata sarà dedicata al 4th Health City Forum e al 3rd Roma Cities Changing diabetes Summit, durante il quale, tra l’altro, sarà presentato l’action plan per la città di Roma, terza fase del programma Cities Changing Diabetes. La seconda giornata, invece, sarà dedicata all’Italian Diabetes Barometer Forum, giunto quest’anno alla sua dodecisima edizione, durante il quale saranno anche presentati il 12th Italian Diabetes Barometer Report & 7th Diabetes Monitor 2019 e la survey dell’International Diabetes Federation “Taking Diabetes to Heart” che forniscono importanti dati per inquadrare il fenomeno del diabete urbano.

Il diabete urbano è uno dei focus della giornata nazionale per il benessere e la salute nelle città, istituita per richiamare l’attenzione e stimolare l’azione dei Sindaci sulla necessità e urgenza di promuovere la salute nelle città come bene comune e contrastare la sempre più crescente diffusione delle malattie croniche non trasmissibili, come diabete e obesità, un fenomeno strettamente legato all’aumento della popolazione nelle città e che rappresenta oggi uno dei principali rischi per la salute e lo sviluppo dell’uomo. Quella di quest’anno è intitolata “Dai benessere alla tua città” è promossa da Health City Institute, Cittadinanzattiva, CIA-Agricoltori Italiani, Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) Foundation, rete delle Città per il cammino e della salute e Bandiera Azzurra della FIDAL-Federazione Italiana Atletica Leggera, rete Cities Changing Diabetes, con il patrocinio di Ministero della Salute, Ministero dell’Ambiente, ANCI-Associazione Nazionale Comuni d’Italia, Intergruppo parlamentare “Qualità di vita nelle città”, Unione Provincie Italiane, Coni e Rete Città Sane dell’Organizzazione mondiale della sanità.

“Istituita nel 2018, la giornata si svolge ogni anno il 2 luglio – giorno centrale dell’anno solare – e nelle settimane antecedente e successiva, e si prefigge di veicolare il messaggio per cui la salute deve stare al centro delle politiche pubbliche nazionali, regionali e soprattutto delle città durante tutto l’anno, individuando e proponendo iniziative in accordo con il tema specifico annuale individuato”, dichiara l’On. Roberto Pella, Vicepresidente vicario ANCI e Co-Presidente dell’Intergruppo parlamentare “Qualità di vita nelle città”. “La continua crescente urbanizzazione a cui il mondo ha assistito e assiste ha modificato profondamente lo stile di vita delle persone e rappresenta un rischio per la salute pubblica e individuale, motivo per cui oggi più che mai è necessario identificare strategie di azione per rendere consapevoli governi, regioni, città e cittadini dell’importanza della promozione della salute nei contesti urbani, immaginando un nuovo modello di welfare urbano”, conclude.

 

Fonte: Ufficio Stampa HelthCom Consulting

©2019 Radio Wellness®

Condividi su:
Taggato come

Radio Wellness è una testata giornalistica che offre informazioni a carattere generale su salute e benessere.

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto