Antoniano copertina

Coro dell’Antoniano e Operazione Pane, per sostenere chi non ha nulla

L’Antoniano contribuisce alla società “minore” attraverso iniziative trasversali. Pasti e aiuti concreti, sostegno nella solitudine, occasioni culturali.

Il 2020 verrà ricordato come “l’anno della pandemia” e di una serie di conseguenze precipitate sulla società mondiale con un effetto domino senza precedenti. Il Covid-19 ha prodotto la preoccupazione per la salute propria e dei propri cari, disagi psicologici di vario tipo, perdita o riduzione del lavoro, fino ad arrivare ad un peggioramento consistente della condizione degli indigenti. Secondo le stime preliminari dell’Istat, i dati dell’anno scorso sono i peggiori dal 2005 ad oggi.

Le persone in povertà assoluta in Italia sono 5,6 milioni, e per la prima volta è il Nord a registrare i numeri peggiori. In crescita anche l’incidenza della povertà tra i minori. E’ in questo contesto che si inserisce l’attività di Antoniano onlus, una realtà impegnata nell’educazione dei giovani, con l’organizzazione di corsi e con il Coro, nella cura di patologie e solitudini, attraverso il Centro terapeutico di Antoniano Insieme; nell’aiuto concreto agli ultimi con la distribuzione di pasti e aiuti, tramite la Mensa e i Servizi Sociali.

A raccontarci le attività e le ultime iniziative, è Fra Giampaolo Cavalli, Direttore di Antoniano

Dove si inserisce Antoniano

Nel 2020 la povertà in Italia è cresciuta in modo sensibile, stabilendo il record rispetto ai dati raccolti dall’Istat dal 2005: sono oltre 2 milioni le famiglie in povertà assoluta (il 7,7% del totale contro il 6,4% del 2019) con un aumento di 335 mila famiglie. Complessivamente le persone in povertà assoluta in Italia rappresentano il 9,4% della popolazione, contro 7,7% del 2019, oltre un milione in più rispetto all’anno precedente.

In fumo, quindi, l’inversione di tendenza registrata nel 2019: la povertà assoluta in Italia riprende a galoppare, nonostante le misure strutturali di contrasto ormai attive da più di un anno, come il Reddito di cittadinanza, e le misure straordinarie adottate dal governo, il Reddito di emergenza, per contrastare la crisi scatenata dalla pandemia.

Il Coro Antoniano e Operazione Pane

Antoniano e Operazione Pane, la collaborazione con Zecchino d’Oro

Operazione Pane è il cuore pulsante di Zecchino d’Oro e ha nel Coro dell’Antoniano il suo primo portavoce. Zecchino d’Oro tornerà in Tv il 30 maggio alle 17, su Rai1, con una grande festa in cui saranno presentate le canzoni della 63° edizione che, a causa della pandemia, non ha potuto svolgersi a dicembre. Operazione Pane è la Campagna di Antoniano che sostiene le mense francescane: ogni giorno, in tutta Italia, mettono in tavola migliaia di pasti per chi non ha da mangiare. Un’attività che comprende la distribuzione di 500.000 pasti all’anno, per un totale di 4.700 persone aiutate, in 14 diverse mense francescane del territorio.

Le attività di Antoniano

Le iniziative della onlus hanno come comune denominatore 4 punti di partenza: il pasto, l’ascolto, l’accoglienza e l’aiuto. L’associazione va incontro alle persone e sostiene chi ha perso il lavoro, chi ha fame, chi non ha un tetto, chi scappa dalla guerra, persone in cerca di una mano che le accompagni verso un futuro più sereno. Ogni giorno, attraverso il servizio mensa, 120 persone hanno la possibilità di avere un pasto caldo, e alloggi nelle strutture dell’associazione.

Attività nella mensa francescana

Il Centro di Ascolto di Antoniano

Il Centro di Ascolto accoglie chi si trova in una situazione di disagio sociale, abitativo o economico e cerca un aiuto per ripartire. Uomini e donne, italiani e stranieri, adulti e bambini, trovano gli operatori che ascoltano le loro storie, ne accolgono le necessità e li aiutano a ricostruire la loro vita, attraverso percorsi di formazione, inserimento lavorativo e crescita personale, che ne favoriscano l’autonomia.

Leggi anche il nostro articolo sulle conseguenze della pandemia sui più giovani

Redazione

Fonte Immagini: Antoniano

©2021 Radio Wellness®

Condividi su: