cosmofarma per la farmacia

Al via Cosmofarma, la farmacia al centro

Su il sipario per l’appuntamento top delle fiere del settore legato al mondo della farmacia. Cerimonia di apertura e prima giornata ricca di eventi e convegni e che ha visto anche l’assegnazione degli Innovation & Research Award 2022

Con circa 400 aziende presenti, su il sipario per Cosmofarma, evento top del settore legato al mondo della farmacia, in fiera a Bologna fino a domenica. Una tre giorni con convegni scientifici, manageriali e istituzionali, realizzato con le principali associazioni del settore: Fofi, Federfarma, Fondazione Cannavò e Utifar.

Nel corso della prima giornata un imperativo è tornato a più riprese, declinato in svariate modalità: farmacia di servizio, dove per servizio si intende la farmacia come luogo non più solo dove si acquistano i farmaci o al massimo si chiede un consiglio al dottore ma dove si eseguono le vaccinazioni, si fanno i test diagnostici, si trova tutto il necessario per la cura e il benessere dei bambini, degli sportivi, la cura dei nostri a quattro zampe. In farmacia si fa anche prevenzione.

I visitatori a Cosmofarma 2022

Insomma, un mondo che si sta già innovando, con una propensione sempre più marcata per l’aspetto digitale.

Per questa venticinquesima edizione, Cosmofarma Exhibition ha scelto come claim ‘Incontri Riavvicinati’, a significare la rinnovata chance di confronto, diretto e in presenza, dei farmacisti sia tra loro che col mondo produttivo che con i clienti-pazienti.

Nella tre giorni non mancheranno nuovi dati di mercato, importanti incontri, convegni, momenti di approfondimento e di formazione che si svilupperanno in oltre 60 appuntamenti con esperti, aziende, docenti, enti di ricerca, professionisti, associazioni di categoria.

Carlo Cottarelli, economista

La tre giorni è anche l’occasione per ragionare insieme sulle sfide che attendono il comparto anche alla luce degli stanziamenti previsti per il Pnrr come ha ricordato l’economista Carlo Cottarelli presenta alla tavola rotonda “Quale futuro per la farmacia nell’era post Covid”.

“La digitalizzazione è fondamentale – ha ricordato il prof. Cottarelli ai microfoni di Radio Wellness – ci sono tanti fondi nel Pnrr. Non ce ne sono invece molti per le farmacie, però c’è una parte relativa proprio alla prossimità, nel senso di rifornire di farmacie i centri che attualmente ne sono abbastanza sprovvisti. Ci sono 100 milioni di euro dedicati a questi. È una cifra non irrilevante, ma si tratta di realizzare queste cose. Finora si è messo solo sulla carta cosa dobbiamo fare”. 

Lo stand di Radio Wellness

Leggi anche il nostro articolo sulla presentazione della fiera con l’intervista a Francesca Ferilli, direttore generale di Bos, ente organizzatore dell’evento.

Dorotea Rosso

©2022 – Radio Wellness®

Condividi su: