Banner RWN
Ascolta Radio Wellness
Ascolta Radio Wellness

Fuoco Sacro: il docufilm sulla storia dei pompieri italiani proiettato alla 77ª Mostra del Cinema di Venezia

L’8 settembre è stato proiettato sugli schermi della Mostra del Cinema di Venezia il documentario Fuoco Sacro, la storia dei vigili del fuoco italiani diretto da Antonio Maria Castaldo.

Fuoco Sacro

Fuoco Sacro – credits vigli del fuoco Veneto e Trentino

Fuoco Sacro, una storia raccontata dai protagonisti reali 

Anche se fuori concorso, il docufilm Fuoco Sacro è approdato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Un racconto di circa un’ora che illustra mezzo secolo di storia italiana vista attraverso gli occhi dei Vigili del Fuoco, i quali hanno affrontato con coraggio e competenza le più grandi calamità che il nostro Paese ha dovuto affrontare negli anni.

Una storia raccontata dalla voce dei protagonisti che ogni giorno rischiano la propria vita per salvare quella degli altri.

Fuoco Sacro

Fuoco Sacro – credits vigili del fuoco di Veneto e Trentino

Il cast di Fuoco Sacro

Il cast del film è composto da Nicola Colangelo, Gioacchino Giomi, Cosimo Pulito, Alfio Pini, Natale Inzaghi, Luigi Abate, Sergio Basti, Giuseppe Romano, Ennio Aquilino e Silvano Barberi. La proiezione veneziana è avvenuta l’8 settembre alla Scuola Grande della Misericordia.

Direzione di Fuoco Sacro

Il progetto, prodotto dalla Direzione per la prevenzione e la sicurezza tecnica dei Vigili del Fuoco insieme a Istituto Luce Cinecittà, Rai Teche e CoEM, è scritto e diretto da Antonio Maria Castaldo, giovane regista napoletano e a sua volta Vigile del Fuoco.

Fuoco Sacro

Fuoco Sacro – credits vigli del fuoco Veneto e Trentino

Il regista attualmente dirige diversi progetti, ultimo dei quali “Metti, una sera a cena con Peppino”, dedicato alla figura di Giuseppe Patroni Griffi e destinatario di una menzione speciale ai Nastri D’Argento Doc 2018.

Fuoco Sacro, non solo un docufilm

“La storia dei vigili del fuoco – spiega Castaldo – è profondamente legata alla storia italiana. Le ansie, le difficoltà e i rischi che l’Italia ha corso nel suo tormentato cammino hanno segnato in profondità e a lungo la memoria collettiva.

Ed è in queste ferite, in questi drammi, che ha potuto risplendere la straordinaria generosità di chi ha scelto di fare della propria vita una missione per gli altri.

Con Fuoco Sacro ho voluto onorare tutti quegli uomini e quelle donne che con amore e competenza hanno fatto diventare il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco un’eccellenza italiana riconosciuta in tutto il mondo”.

I Vigili del Fuoco: in breve la storia.

Il Corpo Pompieri, distinto in Corpi provinciali alle dipendenze del Ministero dell’Interno, fu istituito con D.L. 10 ottobre 1935, n. 2472. Successivamente, con la legge 1021 del giugno 1938, fu introdotta la denominazione di “Vigile del Fuoco” in sostituzione di “pompiere”.
Sembra che il primo corpo di pompieri nell’era moderna nella penisola italiana e preunitaria fu fondato a Napoli da re Giuseppe Bonaparte il 22 febbraio 1806.

Oltre al contrasto e prevenzione degli incendi, ha diverse funzioni, come ricerca e soccorso, difesa civile e in alcuni casi anche di polizia amministrativa e di polizia giudiziaria,[1] e si occupa della formazione degli addetti antincendio aziendali (vigili del fuoco aziendali). La festa del Corpo si celebra il 4 dicembre in onore del patrono Santa Barbara.

Preghiera del vigile del fuoco
Santa Barbara di Francisco Goya
Iddio, che illumini i cieli e colmi gli abissi,
arda nei nostri petti, perpetua,
la fiamma del sacrificio.

Fa più ardente della fiamma
il sangue che scorre nelle vene,
vermiglio come un canto di vittoria.

Quando la sirena urla per le vie della città,
ascolta il palpito dei nostri cuori
votati alla rinuncia.

Quando a gara con le aquile
verso Te saliamo,
ci sorregga la Tua mano piagata.

Quando l’incendio, irresistibile avvampa,
bruci il male che si annida nelle case degli uomini,
non la ricchezza che accresce la potenza della Patria.

Signore, siamo i portatori della Tua croce,
e il rischio è il nostro pane quotidiano.

Un giorno senza rischio non è vissuto,
poiché per noi credenti la morte è vita,
è luce: nel terrore dei crolli,
nel furore delle acque,
nell’inferno dei roghi.

La nostra vita è il fuoco,
la nostra fede è Dio
Per santa Barbara Martire.

Il corpo dei Vigili del Fuoco è da sempre molto amato dalla popolazione italiana.

All’interno del Corpo esistono svariate specializzazioni. Personale addestrato per interventi particolari che, affiancato al personale operativo, copre tutte le tipologie di interventi. Tenuto conto del particolare tipo di impiego del personale, sono attualmente istituite le seguenti quattro categorie di attività di soccorso tecnico specialistico del Corpo nazionale dei vigili del fuoco: elicotteristi e piloti d’aereo, nautici, sommozzatori, radioriparatori.

Leggi anche Venezia77: la voglia di ricominciare per far vivere il cinema

Venezia 77, vince la voglia di ricominciare per far vivere il cinema

Redazione

©2020 Radio Wellness®

Fonte: ufficio stampa Direzione interregionale Vigili del Fuoco del Veneto e Trentino Alto Adige.

Condividi su:
Taggato come

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto

Siamo partner di: