favorite
Categorie
Podcast & Programmi
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

Immagine di Racool_studio su Freepik

Biohacking, 4 abitudini per ritrovare equilibrio di mente e corpo

Condividi

Come attuare il biohacking e arrivare ad un benessere totale

Sempre di più il benessere è considerato in modo olistico, ovvero nella sua totalità: mente e corpo sono un’unica cosa e il biohacking ci aiuta a realizzare un benessere completo. La psiche influenza la nostra salute e, viceversa, quando il nostro organismo funziona bene aiuta la mente a star meglio. Il biohacking è, dunque, l’ultima frontiera del benessere: in 4 mosse vi aiuterà a tornare in possesso del vostro equilibrio, affrontando la quotidianità nel modo migliore.

Biohacking, riposo notturno regolare

Ognuno di noi ha un ritmo circadiano ben preciso e personale il cui funzionamento condiziona non poco la nostra salute e la nostra sensazione di benessere. Ad esempio, c’è chi si sveglia naturalmente presto ed è molto più attivo al mattino e chi, al contrario, riesce a protrarre la propria attenzione la sera fino a tardi ed è molto più lento a riprendere le normali attività nelle prime ore del giorno.

Rispettare questi diversi ritmi biologici ci aiuta a star meglio e ad essere più efficienti, sia nel lavoro, che nello studio e nello sport. Quindi, il biohacking ci dice che è importante capire quale sia il miglior modello di riposo notturno e seguirlo senza stravolgerlo troppo, specie in un momento in cui state cercando di ritrovare un vostro equilibrio mentale e corporeo.

Coricatevi sempre alla stessa ora, se potete, e cercate di consumare l’ultimo pasto della giornata ad almeno due ore di distanza dal momento in cui andate a letto.

Riposo notturno efficace

Digiuno intermittente, seconda regola del bioacking

Altre due sono le cose importanti per il vostro benessere: l’intestino è il vostro secondo cervello e lasciarlo a riposo fa bene alla salute. Avrete sentito parlare del microbiota intestinale, in pratica il ‘dna’ del nostro intestino, che conferisce ad esso particolari caratteristiche.

Il microbiota ci dice quali cibi vadano bene per il nostro apparato gastrointestinale, e quali siano da evitare. Queste particolarità possono anche cambiare nel tempo, a seconda dell’età e del periodo che stiamo attraversando. Rispettare ciò che ci dice il microbiota previene infiammazioni in tutto l’organismo.

Non solo conoscere il nostro microbiota, ma anche concedere all’intestino un po’ di riposo in più ci aiuta a stare bene: da qui l’importanza del digiuno intermittente, diverso a seconda dell’età e dello stato di salute di ognuno. Può essere di 12 ore come di 18, fino ad arrivare alle 24 ore. Prima di sperimentarlo consultate comunque il vostro medico di base.

Yoga e meditazione, tecniche del biohacking

Meditazione e respirazione secondo il biohacking

Il terzo elemento a cui fa attenzione il biohacking è la meditazione, a cui è strettamente legata la respirazione. Abituatevi a concedervi almeno 15 minuti di meditazione al mattino, appena svegli, e altrettanti alla sera, prima di dormire.

Concentratevi sul respiro, inspirando ed espirando lentamente, e allontanate così i pensieri della giornata e le preoccupazioni. In pochi minuti la vostra mente sarà più sveglia e presente e sarete pronti sia ad affrontare la giornata con energia, sia a riposarvi in modo proficuo.

Docce fredde per risvegliare il corpo

L’inverno non se ne è ancora andato e forse questa idea non vi farà piacere, ma l’abitudine di una bella doccia fredda al mattino, prima della colazione, e a distanza di venti minuti dalla sveglia, vi farà sentire energici e forti.

L’acqua fredda, infatti, stimola la circolazione del sangue, dando notevoli benefici al vostro organismo: partite dai piedi per arrivare, lentamente, alla testa. Fate in modo che il vostro corpo si abitui poco alla volta alla temperatura fredda. Dopo 5 minuti potete concludere con una doccia più tiepida, così da ristabilire un equilibrio e regalandovi un momento di piacevolezza.

Leggi anche il nostro articolo ‘Stanchezza da ripresa? Ecco i 10 cibi per fare il pieno di energie’

Fonte immagini: Freepik