dettaglio di Casacalenda

Casacalenda, le bellezze del Molise. In viaggio con Radio Wellness

In Viaggio con Radio Wellness questa settimana fa tappa a Casacalenda, in Molise. Appuntamento giovedì 15 luglio alle ore 15.00 (e in replica domenica 18 luglio alle 12.00) su RadioWellness.fm. Non mancate!!

Casacalenda è uno dei borghi più belli del Molise, immerso nelle colline e dominato dal campanile della Cattedrale.

In Viaggio con Radio Wellness questa settimana ci porta a conoscere le bellezze di questo luogo, ricco di arte, storia, cultura e prelibatezze gastronomiche.

Ascolta la nostra guida d’eccezione: Isabella Brega del Touring Club Italiano

Il Maack rappresenta per Casacalenda uno spettacolare connubio tra il borgo antico e l’arte contemporanea, con le installazioni disseminate tra le vie e le case del paese, a costituirne parte integrante. L’idea del Museo all’Aperto di Arte Contemporanea è dell’architetto Massimo Palumbo e “rilegge luoghi trascurati o anonimi del paese attraverso la lente del rapporto Arte-Architettura. Il territorio torna a raccontare nuove storie, sprigionando la forza poetica, insita nei luoghi. L’Arte Contemporanea è strumento ma anche finestra sul mondo, gli artisti coinvolti sono il tramite.

Piramide, Kessler

Nel 1992 nasce così il Museo all’Aperto di Casacalenda, dove molteplici sono le installazioni permanenti realizzate sul territorio comunale. Il museo è allestito all’interno di strade, scorci, boschi, piazze. Gli spazi espositivi sono vari e molteplici e si snodano lungo il territorio comunale di Casacalenda. Ad oggi le opere realizzate sono 20. Da alcuni anni il Museo vanta la nascita della Galleria Civica d’Arte Contemporanea Franco Libertucci, la cui collezione ad oggi è composta da 114 opere circa per lo più dipinti su tela sculture e installazioni” (da www.Kalenartemaack.com).

il poeta gigante di pietra

Le opere, nel tempo, hanno trovato una loro collocazione naturale nel borgo, diventandone elementi caratteristici al pari delle antiche chiese o del Palazzo Ducale.

Meridiana, Lorenzetti

Chiesa di Santa Maria Maggiore: di antichissima fondazione, situata nel centro storico, la chiesa matrice di Casacalenda aveva in origine una sola navata. Distrutta dal terremoto nel 1456, nel 1587, durante la ricostruzione, fu ampliata a tre navate, mentre quella originaria, che venne a trovarsi sotto il presbiterio, ancora adesso è utilizzata come abitazione privata. Di nuovo danneggiata dai vari terremoti succedutisi nel corso dei secoli, ha subito numerosi restauri: in uno di questi fu aggiunta una quarta navata, crollata nel 1896, ma presto restaurata.

Dell’antica chiesa rimangono due sculture nella lunetta del portale d’ingresso. Al suo interno, sono conservate varie tele, tra cui una “Natività”, opera di Fabrizio Santafede nel periodo in cui era ospite del duca, la “Morte di S. Giuseppe” di Antonio Solario, detto lo Zingaro, un dipinto di Benedetto Brunetti del 1658, “La Deposizione di Cristo” e una tela di Paolo Gamba firmata e datata 1752, che rappresenta la Vergine con il Bambino tra Santi e Prelati, restaurata a cura della Soprintendenza del Molise. Da notare anche l’altare di S. Giuseppe, per il paliotto in marmo con un bassorilievo che rappresenta il Cristo deposto.

Palazzo Ducale: è quello che un tempo era l’antico castello, edificio imponente che ha subìto, nel corso della sua storia, svariate modifiche. Oggi è sede del Municipio ed ospita al suo interno il museo civico che custodisce, oltre a vari reperti storici di epoca romana, tre bellissimi mosaici ben conservati, il mosaico della Lupa, del Leone e quello degli uccelli, ben allestita anche la sezione numismatica.

Museo del Bufù

Il Bufù è un “tamburo a frizione” costituito da un contenitore dal fondo chiuso e con il lato superiore aperto, ma ricoperto da pelli di animali essiccate, al centro delle quali viene legata una canna. Nel palazzo comunale è stato allestito un piccolo museo multimediale dedicato allo strumento, che è possibile ascoltare nella tarda sera dell’ultimo dell’anno e la mattina di Capodanno, quando piccole orchestre spontanee attraversano il paese.

Oasi Lipu

Si tratta di un’area boschiva di 105 ettari costituita da Cerro, Roverella e Farnetto, in cui è possibile ammirare le specie tipiche del sottobosco come il Corniolo, il Prugnolo e il Biancospino.

Casacalenda e la gastronomia

Da segnalare due realtà locali: Bio Sapori shop, un nuovo approccio ai sapori locali e la produzione di un caseificio che ealtà locale di due signore che hanno cercto ub nuovo futuro e caseificio artigianale con formaggi tipici eccezionali

Leggi anche il nostro articolo su Abetone Cutigliano

Dorotea Rosso

Foto: Touring Club Italiano

©2021 Radio Wellness®

Condividi su:
Scroll Up