Banner RWN
Ascolta RWN
Ascolta RWN

L’impegno di Unicef contro il Covid-19 e contro la fame nel mondo

“La musica è quella cosa che quando ti colpisce non ti fa male”. Lo diceva Bob Marley.  Qualcuno lo ha definito profeta, leader politico, qualcun altro padre del reggae. Lui, di se stesso diceva: “Io non sono niente, ho solo la mia ispirazione”.

Reimagine

La sua “One Love”, inno dell’amore universale datata 1977, oggi è la colonna sonora di Reimagine, la campagna globale lanciata dall’UNICEF per scongiurare che la pandemia di COVID-19 diventi una crisi duratura per i più piccoli e per garantire che il mondo post-pandemico sia più giusto ed equo per ogni bambino.

Lo ha ricordato ai microfoni di Radio Wellness Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia.

“La famiglia Marley ha donato questo brano epico ad Unicef per dare un contributo alla lotta contro gli effetti devastanti della pandemia nel mondo – ha detto Iacomini – proprio nell’anno in cui Bob Marley avrebbe compiuto 75 anni”.

Ascolta ora l’intervista ad Andrea Iacomini, portavoce Unicef Italia:

Tutti i proventi dei download e delle attività connesse al brano serviranno per portare sapone, mascherine, guanti, kit per l’igiene, dispositivi di protezione e informazioni fondamentali per i bambini e le famiglie nei luoghi più in difficoltà. Sosterranno l’istruzione, la protezione e i sistemi sanitari

“Inoltre – ha proseguito Iacomini – fino al 31 agosto 2020 il brand di gioielli Pandora, partner globale dell’UNICEF, raddoppierà ogni dollaro donato dal pubblico all’iniziativa “One Love”, fino alla cifra massima di 1 milione di dollari”. 

Rapporto ONU sull’alimentazione

La pandemia è solo uno dei fronti aperti oggi e che vedono Unicef in prima linea. E’ di pochi giorni fa il Rapporto annuale dell’Onu sull’alimentazione dal quale emerge che la malnutrizione è in aumento nel mondo.

One Love Unicef

One Love Unicef

“Immaginiamo cosa può voler dire, in alcune parti del pianeta,  venire colpiti da una pandemia come quella attuale. In molto paesi già in gravi difficoltà vengono chiusi i confini, si interrompono gli aiuti umanitari, i sistemi sanitari già carenti collassano e grandi fasce di popolazione vengono abbandonate a se stesse. Questo significa oggi Covid-19 in tanti luoghi del pianeta”, ha spiegato Iacomini.

Secondo le Nazioni Unite quasi 690 milioni di persone nel mondo nel 2019 hanno sofferto la fame, 10 milioni in più rispetto al 2018. Ed entro il 2020 altri 130 milioni di persone saranno nella morsa della fame.

Leggi anche:

“One Love” di Bob Marley per Unicef per la lotta al Covid-19

 

Dorotea Rosso

©2020 – Radio Wellness®

Condividi su:
Taggato come

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto