Cibo foto creata da KamranAydinov - it.freepik.com

I 5 colori per nutrirsi bene

Nutrirsi con gli alimenti giusti aiuta mente e corpo a mantenersi in forma e attivi

Nutrirsi con attenzione e includendo tutti i cibi fondamentali, può essere di grande supporto per garantirci una salute fisica e mentale ad ogni età. Un piatto ricco di alimenti di diverso colore è una soddisfazione per gli occhi, e contribuisce a fornire all’organismo preziosi nutrienti che lo aiutano a funzionare nel migliore dei modi.

Nutrirsi con equilibrio

Un’alimentazione equilibrata deve garantire l’assunzione di tutte le sostanze principali: proteine, carboidrati e grassi, e micronutrienti, come vitamine e minerali, di cui l’organismo ha bisogno, nelle giuste proporzioni. Per arrivare a questo traguardo senza perdere tempo ed energia in calcoli complessi e farraginosi, gli esperti consigliano di adottare una dieta quotidiana il più possibile varia, e questa diversità passa anche da attraverso i colori.

Esempio calzante della compresenza di più colori nel piatto è la dieta mediterranea, che comprende davvero tutti i cibi possibili, dal pesce alla carne, dalla pasta al riso, dalla frutta alla verdura, fino a latticini e altro. L’importante, è non esagerare nelle quantità, e variare molto la composizione di piatti.

Nutrirsi con varietà aiuta la salute

Nutrirsi con i colori

Decidere di consumare ogni giorno frutta e verdura di colori diversi significa, appunto, creare piatti belli da vedere e buoni per la salute. Questo perché il colore degli alimenti è dovuto alla presenza di molecole che hanno la capacità di influenzare la salute, spesso grazie al loro potere antiossidante, che protegge le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

Quali sono i colori della salute

Per nutrirsi al meglio si distinguono 5 diverse “categorie cromatiche” che corrispondono alla presenza di determinate molecole all’interno dell’alimento. Gli esperti hanno studiato a fondo ciascuna di queste categorie, tanto che oggi è possibile scegliere il colore del piatto in tavola, consapevoli del suo effetto sulla salute.

Nutrirsi con il rosso

Alimenti. Pomodori, frutti rossi, fragole, peperoni, ravanelli, rape rosse, ciliegie, angurie, arance rosse, melograno. Molecole. Presenti, tra gli altri, antiossidanti come licopene (pomodori), antocianine(fragole, frutti rossi), acido ellagico (fragole, melograno).
Effetto. Aiutano a ridurre il rischio di osteoporosi e diabete e a inibire la formazione del colesterolo.

Curiosità. L’assorbimento del licopene aumenta se l’alimento è cotto (per esempio nel pomodoro sotto forma di salsa).

Frutta e verdura per nutrirsi al meglio

Giallo-arancio

Alimenti. Arance, limoni, carote, peperoni gialli, mandarini, pompelmi, meloni, pesche, nespole, zucca, mais, albicocche, mango.

Molecole. Il caratteristico colore è legato soprattutto alla presenza di beta-carotene che l’organismo converte in vitamina A, preziosa per la formazione di ormoni e per mantenere una buona vista. I supplementi di vitamina A dovrebbero essere assunti sotto il controllo medico, poiché è facile eccedere con le dosi e creare danni all’organismo.
Effetto. Hanno un ruolo fondamentale nel garantire una buona capacità visiva.
Curiosità. Gli agrumi contengono bassi livelli di vitamina A, mentre sono una ottima fonte di vitamina C; le albicocche disidratate rappresentano un’ottima fonte di fibre, ferro e potassio e calcio ma – come tutta la frutta disidratata – sono molto caloriche ed è quindi meglio non esagerare con il consumo.

Verde

Alimenti. Zucchine, spinaci, asparagi, broccoli, biete, carciofi, cavoli, basilico, prezzemolo, avocado, kiwi.

Molecole. Sono presenti in dosi importanti molecole come sulforafano, glucosinolato, luteina e zeaxantina.

Effetto. Luteina e zeaxantina proteggono la retina e preservano una buona capacità visiva, prevenendo la cecità e alcune malattie degli occhi tipiche della popolazione anziana come la degenerazione maculare legata all’età. Studi indicano che il sulforafano ha un effetto protettivo sui vasi e contro alcuni tumori.

Curiosità. In genere gli spinaci sono associati a un elevato contenuto di ferro, ma in realtà molti alimenti ne contengono in dosi maggiori (fegato, crusca di frumento, molti tipi di fagioli).

Cibo foto creata da KamranAydinov – it.freepik.com

Blu-viola

Alimenti. Radicchio, melanzane, fichi, more, mirtilli, prugne, uva nera. Molecole. Il colore è legato alla presenza di potenti antiossidanti note come antocianine.

Effetto. Hanno proprietà anti-infiammatorie e possono ridurre i livelli di colesterolo aiutando a prevenire l’aterosclerosi e a ritardare l’insorgenza di glaucoma.
Curiosità. Alcuni alimenti di questo gruppo sono particolarmente ricchi di potassio e magnesio importanti, oltre che per la salute cardiovascolare, anche per quella dei muscoli.

Cibo foto creata da 8photo – it.freepik.com

Bianco

Alimenti. Finocchi, aglio, cipolle, cavolfiori, porri, funghi, mele, pere, sedano.
Molecole. Studi suggeriscono che le antoxantine contenute in questo gruppo di alimenti hanno numerose proprietà benefiche per la salute cardiovascolare, oltre che un ruolo antinfiammatorio in patologie come l’artrite.

Effetto. Aiutano a mantenere sani cuore e vasi e allontanano il rischio di alcuni tumori, oltre ad avere un potenziale ruolo anti-batterico e anti-infiammatorio.
Curiosità. L’allicina è una delle molecole più attive presenti nell’aglio (soprattutto fresco), ma per sfruttarne al meglio le potenzialità bisogna tritare o schiacciare gli spicchi di aglio.

Leggi anche il nostro articolo ‘Alimentazione in primavera, i 6 cibi da tenere in cucina’

Redazione

Fonte immagini: Freepik

©2022 – Radio Wellness®

Condividi su: