Banner RWN
Ascolta Radio Wellness
Ascolta Radio Wellness

B-Switch, dai banchi alla passerella, una raccolta fondi per inseguire un sogno

B-Switch. Una parola magica che sa di trasformazione. B come Bologna e Bolognina, la città e il quartiere in cui tutto ha avuto inizio, Switch come interruttore, quel click che avvia il cambiamento e che mette in moto i sogni. Tutto questo nel nome della moda. B-Switch infatti è una collezione di streetwear, gender neutral, quindi adatta a femmine e maschi senza alcuna distinzione, creata da un gruppo di studenti di scuole professionali bolognesi. 35 ragazzi che si sono ingegnati a realizzare abiti dallo stile casual e che, da domani, 9 settembre, darà origine sulla piattaforma School Raising ad una raccolta fondi per trasformare questo sogno in realtà.

Un’iniziativa innovativa, nata nell’ambito del progetto Freewear Academy di baumhaus con la collaborazione del Centro Italiano Opere Femminili Salesiane Formazione Professionale (CIOFS FP/ER) e il sostegno del comune di Bologna, che dimostra un assunto semplice: far incontrare, e dialogare, scuola e mondo del lavoro si può. Purché si trovi un terreno comune.

«Ci occupiamo da anni di formazione e di innovazione in ambito formativo e la moda ci è sembrata un ottimo punto di partenza per rivedere il ruolo di ragazzi da consumatori a creatori di creatività e di bellezza» ci ha raccontato Anna Romani, co-fondatrice e project manager di baumhaus.

Leggi anche: Dai social alla società, la vera sfida di Challenge Accepted per Ella Marciello
B-Switch

Anna Romani di baumhaus

B-Switch e baumhaus, creare talenti

Utilizzare la cultura per creare spazi di arricchimento e confronto per le periferie. L’obiettivo di baumhaus è limpido e l’esperienza di B-Switch lo conferma. Ma perché proprio lo streetwear? «Perché è un linguaggio che nasce dalla strada e anche se molti marchi di lusso se ne sono appropriati, parla molto di culture e sottoculture giovanili. Ci sembrava un ottimo strumento per dare voce alla creatività giovanile e finalmente portarli a riappropriarsi di un linguaggio che nasce da loro» ha spiegato Anna Romani.

Si pensa spesso alla moda come ad un mondo frivolo. In realtà è stato un grande campo di prova per tutti questi ragazzi. «Abbiamo lavorato in tantissimi ambiti, dalla progettazione creativa, con tre concept di linee di moda che poi sono andate a fondersi in uno. Poi, si sono divisi in tre gruppi in base alle competenze. Un gruppo ha lavorato sulla moda e sul confezionamento, un altro ha lavorato sul crowdfunding e sul modello di sostenibilità economico. Infine, l’ultimo ha lavorato sulla strategia di comunicazione» ha continuato.

La risposta dei ragazzi? Encomiabile. «Era la grande scommessa, un salto nel vuoto, si sono dimostrati responsabili, degni di fiducia. Abbiamo imparato tantissimo noi da loro in termini di creatività e approccio al lavoro. Questo è un format che può essere adattato altrove, aiutando a rafforzare il legame tra giovani, territorio e creazione di nuovi modelli di sviluppo più coesivo» ha concluso Anna Romani.

B-Switch, i protagonisti  
  • Il capofila del progetto Freewear Academy – Design Moda e Culture Urbane è il CIOFS FP/ER, ente di formazione per ragazzi 15-18 e adulti occupati e non, presente in 13 regioni italiane con 61 sedi operative o centri di formazione (www.ciofser.org).
  • Il coordinamento è di baumhaus, cooperativa sociale con sede a Bologna, che si occupa di progettazione e formazione, di community organizing e produce eventi culturali strettamente collegati alle periferie. (www.baumhaus.network).
  • Da domani, cliccando a questo link, https://schoolraising.it/, potrete partecipare alla raccolta fondi che andrà a finanziare, tra le altre cose, la sfilata di moda che si terrà il prossimo 17 ottobre presso il Parco del Dopolavoro Ferroviario.
  • Il Merchandising ispirato alla linea (in collaborazione con il brand indipendente Etik Wear) sarà la ricompensa per chi parteciperà al crowdfunding.
Ascolta l’intervista con Anna Romani

Scopri il palinsesto di Radio Wellness e seguici su Facebook e Instagram

Francesca Fiorentino

©2020 Radio Wellness®

Condividi su:
Taggato come

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto

Siamo partner di: