Cavallino-Treporti

Al via la stagione turistica 2021 di Cavallino-Treporti

L’avvio ufficiale della stagione balneare sulla costa italiana anticipa di una settimana esatta l’importante ricorrenza della Pentecoste. Attesa nelle strutture ricettive di Cavallino-Treporti una vera e propria ondata di turisti d’Oltralpe.

Gli ospiti nei camping non mancano neanche in questi giorni, primo vero test in vista del prossimo weekend che, a vedere le prenotazioni, fa ben sperare in un rapido ritorno alla normalità e alla voglia di viaggiare.

«Fino a pochi giorni fa la situazione era ancora incerta e in divenire – spiega Mattia Enzo, vicepresidente del Consorzio Parco Turistico di Cavallino-Treporti – ma con il nuovo decreto del Governo abbiamo avuto un importante aiuto. Dopo il rassicurante discorso di Draghi al G20, infatti, i turisti hanno ripreso fiducia e ciò ha dato gande impulso alle prenotazioni, anche per le nostre strutture ricettive.

Constatiamo un netto aumento delle prenotazioni soprattutto dall’estero e questo ci permette di guardare con fiducia alla prossima Pentecoste, che è alle porte e che vedrà tutte le nostre strutture aperte. Manca ancora una settimana, però il comparto sta già ricevendo molte prenotazioni e soprattutto confermando quelle che erano pervenute durante il periodo invernale».

È chiaramente percepibile, quindi, la ritrovata sicurezza per i turisti di poter trascorrere una vacanza quasi nomale, senza l’incognita quarantena. Una situazione che ha ridato impulso al mercato estero.

Cavallino-Treporti e le misure di sicurezza

Quella che ancora permane, però, anche se si cerca una rapida soluzione, è l’incognita inerente ai tamponi.

«Chiaramente le regole sono recenti e noi stiamo cercando di trovare la giusta soluzione per gestire al meglio la questione – continua Enzo –. C’è la necessità, in base al decreto, che gli ospiti in arrivo dai paesi esteri debbano fare un tampone in entrata entro, 48h dall’arrivo, e in uscita, entro 48h dalla partenza.

Quello che ci preoccupa, principalmente, è proprio l’uscita. Ovvero gestire una mole di persone molto rilevante, dato che a Cavallino-Treporti ci sono giornate in cui il comparto movimenta anche oltre le 20 mila persone in uscita. Questo ci porta un po’ di preoccupazione, ma riusciremo certamente a gestire la situazione con soluzioni efficaci».

Una stagione, quindi, che lascia intravvedere ottimi presupposti, cercando di lasciarsi alle spalle il difficile 2020, e che per rilanciarsi ha dovuto anche ripensare le campagne di comunicazione, venendo meno gli importanti appuntamenti fieristici invernali e primaverili.

«Sul fronte promozione abbiamo preparato un progetto unitario di località, partecipando anche a un bando della regione Veneto, puntando a rivolgerci sia ai nostri mercati storici di riferimento esteri, sia a quello Italiano che abbiamo fortemente raggiunto lo scorso anno.

Un’azione che prevede degli investimenti in comunicazione sulla carta stampata, sulle riviste di settore estere e sulle televisioni – da poco, per esempio, è iniziato ad essere diffuso uno spot sulle reti rai – oltre che sui social network e sul web.

Tutto questo cercando di ottimizzare le risorse per realizzare una promozione rivolta a raggiungere non solamente il mercato nazionale, come fatto lo scorso anno a causa de Covid, ma riprendere anche il mercato estero di riferimento degli anni pre-pandemia, che si è sempre dimostrato fedele al nostro territorio e che fortunatamente si sta riprendendo notevolmente. Ricordiamo, infatti, che storicamente la percentuale di ospiti madrelingua tedesca, quindi provenienti da Germania, Austria e Svizzera, portano un afflusso attorno al 60% delle nostre presenze complessive».

Un autentico angolo di paradiso tra storia e natura!

Il litorale di Cavallino-Treporti è una lunga e fertile penisola tra Venezia e Jesolo che seduce per la varietà dei suoi paesaggi e per la genuina ospitalità dei suoi abitanti. Un ambiente di grande rilevanza naturalistica nel quale si rincorrono la lunga spiaggia dorata, le dune, la pineta, gli orti e l’affascinante paesaggio lagunare con i suoi canali, le barene, le velme e le valli da pesca.

Lambito dal mare Adriatico e dalle acque della laguna, il litorale di Cavallino Treporti si estende per 15 chilometri e si distingue per l’ambiente di grande rilevanza naturalistica nel quale si rincorrono la lunga spiaggia dorata, le dune, la pineta, gli orti e l’affascinante paesaggio lagunare con i suoi canali, le barene, le velme e le valli da pesca. Sullo sfondo, in tutto il suo fascino, l’elegante profilo di Venezia.

Leggi anche il nostro articolo dedicato alla nuova ciclabile di Cavallino-Treporti

Redazione

Fonte: Ufficio Stampa Parco Turistico di Cavallino-Treporti

Fonte immagini e video: Ufficio Stampa Parco Turistico di Cavallino-Treporti

©2021 RadioWellness®

Condividi su:
Scroll Up