Di Più!

L'App

Google News App

frutta in autunno

Dieta d’autunno, i 4 alimenti che preparano all’inverno

Il dott. Giulio Gaudio, nutrizionista e dietista, ci spiega la dieta migliore per l’autunno, anche in previsione della stagione fredda

Autunno, sinonimo di foliage, di colori caldi e avvolgenti e di cibi salutari.

Gli alimenti di stagione sono un toccasana per la nostra salute e, in particolare in autunno, ci aiutano a fare scorta di energie in vista dell’inverno. Dagli agrumi che vanno benissimo per la vitamina C contro i raffreddori, ai kiwi alle mele e alle pere che contengono le vitamine, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Il dott. Giulio Gaudio, nutrizionista e dietista, ai microfoni di Good Morning Wellness ci aiuta a creare un menù vario fatto apposta per questa stagione. Ricordandoci che se è vero che la frutta è ricca di zuccheri, non ha senso eliminarla dalla nostra dieta, meglio limitare al massimo i dolci o le bevande zuccherate.

Autunno, la regina è la zucca

La zucca è la regina dell’autunno, ricca di carotene, antiossidanti, licopene, tutte molecole che sono antiinfiammatori e di cui è bene assumere una buona quantità, l’ideale sarebbe 5 porzioni di frutta e verdura al giorno ma già 3 o 4 sarebbero molto utili, tenendo a mente che è importante variare.

Inoltre con la stagione fredda si tende a muoverci di meno e ad assumere più calorie, che fare?

Un buon modo per contrastare il senso di fame è fare dei pasti con potere saziante: una minestra con legumi, ceci, farro o lenticchie ha un notevole potere saziante perché in questo nodo assumiamo più acqua e con i legumi molte proteine. Attenzione però sempre alle quantità e ai condimenti, questi ultimi spesso sono il problema che non ti permette di perdere peso.

Bevande d’autunno

Cosa bere? Beviamo tè e tisane ma senza zucchero. D’inverno si tende a bere poco, queste bevande sono un buon sostituto dell’acqua.

Se vogliamo perdere peso dobbiamo fare attenzione all’alimentazione, quindi gli infusi detox possono essere utili ma non risolvono.

Costruiamo pasti completi con carboidrati, vitamine e proteine. Una minestra con pasta e ceci con passata di pomodoro e olio d’oliva può essere un ottimo pranzo. A cena: scaloppine ai funghi per assumere proteine e poi patate per i carboidrati. Facciamo attenzione alle quantità.

Per lo spuntino puntiamo sulla frutta di stagione come mandarini o arance, 150 grammi sono la giusta quantità.

Ascolta l’intervista integrale con i consigli del dott. Gaudio nel podcast che segue

Condividi su: