Banner RWN
Ascolta Radio Wellness
Ascolta Radio Wellness

Estate 2020, voglia di sport all’aperto ma nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid

Quante attività fisiche si possono fare all’aperto rispettando le distanze di sicurezza! Radio Wellness vi propone qualche idea.

E’ il teqball il protagonista indiscusso dell’estate 2020, perfetto sport da spiaggia che permette a chi gioca di toccare il pallone con i piedi e di rimanere distanziato. In Riviera romagnola ha preso piede da un paio d’anni, ma ora, data la situazione, è vero boom: i tavoli da teqball si trovano quasi ogni bagno e si organizzano anche i primi tornei. Affezionati giocatori sono calciatori del calibro di Dybala, Rooney e pure Maradona lo pratica.

Come si gioca

In pratica è un incrocio fra il calcio e il ping pong. Si può giocare in singolo o in coppia. Il pallone non si può toccare con le mani ed è necessario farlo rimbalzare nella metà opposta del tavolo che separa i giocatori. Se si gioca in coppia si possono anche fare dei passaggi. Si tratta di uno gioco che mette in rilievo le capacità tecniche, richiedendo però un dispendio fisico molto inferiore a una partita di calcio o calcetto, permettendone così la pratica a giocatori di ogni età.

Tante attività per mantenere le distanze

Il footgolf: nato in Olanda nel 2009 come sintesi tra il calcio e il golf, l’obiettivo del gioco non è quello di “andare in buca” con una pallina ma con il pallone da calcio tirato con precisione in direzione di grandi buche, seguendo però le medesime regole del golf. Può essere giocato attraverso gare individuali su percorsi da 9 o 18 buche; esistono categorie suddivise per fasce di età, non ha alcuna controindicazione ed è alla portata di tutti. Il Footgolf è giocato, per la maggior parte, senza la supervisione di un arbitro. Tutti i giocatori sono quindi tenuti a comportarsi in modo disciplinato, dimostrando sempre cortesia e sportività.

Woga, lo yoga in acqua. Una moda molto diffusa negli ultimi anni è quella di praticare le attività fisiche in acqua. La piscina rappresenta ormai una vera e propria palestra dove poter eseguire quasi tutti gli esercizi che normalmente vengono svolti a terra. Le prime ad essere coinvolte in questo processo sono state le discipline classiche come aerobica e spinning dando rispettivamente vita all’acquagym e all’hydrobike. Come molte delle discipline innovative, anche Woga arriva dall’America e più precisamente dalla patria del fitness e del benessere, la California. La disciplina è nata circa 10 anni fa ad opera di un terapista americano, Harold Dull, primo tra tutti a comprendere come l’acqua fosse uno degli ambienti più idonei per praticare diverse attività tra le quali lo Yoga.

E poi rimangono sempre i grandi classici: freesbee, racchettoni, bocce, camminate sul bagnasciuga o immersi fino alle anche per stimolare la circolazione e combattere la cellulite. Non c’è tempo per annoiarsi!

Redazione

Fonte: Ansa

©2020  Radio Wellness®

Condividi su:
Taggato come

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto