favorite
Categorie
Podcast & Programmi
logo event the castle
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

copertine dei libri di Barbara Cremaschi

I gatti secondo Barbara Cremaschi, colloquio con l’autrice

Condividi

“L’anagramma della stella” e “Cosa fa questa intrusa in casa mia” sono i due libri di Barbara Cremaschi di cui abbiamo parlato nel corso di una recente puntata di Wellness Notes, il programma di Radio Wellness in onda tutti i lunedì e giovedì dalle 10.30 alle 11.30

Lo sguardo intelligente e sornione, che tanto ricorda quello di uno dei suoi amati felini, Barbara Cremaschi viene a trovarci in studio a Radio Wellness per parlare dei suoi romanzi: “L’anagramma della stella” e “Cosa fa questa intrusa in casa mia”. I gatti, e più in generale gli animali, sono i protagonisti delle storie, animali spesso abbandonati, maltrattati, al centro delle vite di persone che li aiutano e riceveranno in cambio l’ingresso in un mondo nuovo, di sentimenti, di scoperta.

“Scrivere nasce un’esigenza – ci ha detto Barbara Cremaschi – per me è una passione che mi accompagna fin da piccola. Ricordo che vedevo i miei fratelli più grandi tornare da scuola con i libri e i quaderni e per me era una magia. Poi nella vita ho fatto altro ma la scrittura è tornata e assieme ad un Collettivo ho scritto dei racconti dark”.

Poi la scelta di rendere gli animali i protagonisti delle sue storie. “Questi miei ultimi libri parlano di animali, o meglio, degli spunti che dal mondo animale possono risultare utili a noi umani. A volte diciamo che noi umani dovremmo imparare dagli animali. In “L’anagramma della stella” si tratta del punto di vista ironico di due gatti sulla famiglia con la quale convivono e appunto, a parte qualche aneddoto divertente, c’è veramente uno spunto di riflessione su come stiamo vivendo, sulla fretta che abbiamo, sulle smanie che ci affliggono e vedere i gatti che sono riflessivi fa una sorta di contrasto”.

Barbara Cremaschi dalla pagina Facebook

“L’anagramma della stella” è l’ultimo libro di Barbara Cremaschi. “Qui dentro si trova la storia di un rifugio per animali abbandonati, dal gatto al cane al pavone alla capra. E’ una storia vera perché è la storia di un rifugio della zona di Mirano, in Veneto, una raccolta di episodi che mi sono stati raccontati nell’arco di due anni.

Alcuni volontari che prestano la loro opera in questo rifugio mi hanno raccontato gli episodi più salienti che sono capitati a loro. Ma la cosa che più di tutte mi ha colpito è la passione con la quale queste persone si mettono a disposizione, nonostante gli impegni, il lavoro, la famiglia. E gli animali, raccontano i volontari, rispondono con affetto ancora maggiore”.

La terapia dell’amore è quella vincente. Un amore reciproco. Un amore da dedicare ai fragili: gli animali senza casa ma potrebbero essere anche bambini o anziani in difficoltà.

Barbara Cremaschi e il suo amore per i gatti – immagine: Canva

“Quando ho chiesto loro perché lo fanno mi hanno risposto: guarda che riceviamo molto più di quanto diamo. Non si può descrivere quanto bene faccia dedicarsi a qualcun altro, un essere vivente. La storia che mi ha colpito di più è il capitolo intitolato “Le Pleiadi”, la storia di sette volontarie. Una di queste storie parla di una donna che lavora in una casa famiglia ha a che fare con una ragazzina in difficoltà che dal contatto con un animale ha avuto molti benefici.

Nei racconti poi ci ho messo anche un po’ di magia: dei riferimenti alla luna, alle stelle, al cielo, al firmamento, alle nuvole”.

Il risultato di tutti questi elementi è un libro scorrevole, che si legge piacevolmente e che dà una speranza. Nonostante i racconti commoventi, il libro lascia qualcosa di gioioso, con una morale positiva.

Il libro, a chi lo consigli?

“Lo consiglio a chi ama gli animali – ha concluso Barbara Cremaschi – ma anche a chi non ha interesse per gli animali, per capire un altro punto di vista”.