Banner RWN
Ascolta RWN
Ascolta RWN

#Saute: parliamo dei benefici delle cure termali

Martedì 8 ottobre dalle ore 12.00 su Radio Wellness, la puntata dedicata ai benefici delle cure termali.

Sin dall’antichità, le acque termali si utilizzano come fonte di benefici, pur non avendo la strumentazione per analizzarne esattamente le proprietà. Già dall’ VIII secolo DC, proprio nella zona di Montegrotto Terme e prima dell’arrivo dei romani, la popolazione veneta creavano un vero e proprio santuario dedicato alle piscine termali.

“Gli spazi venivano utilizzati non solo per il benessere, ma anche per l’aggregazione sociale. L’attività fisica e la cura del corpo era all’epoca importantissima e, talvolta, vie erano delle aree dedicate all’igiene personale per chi non aveva in casa l’acqua corrente” afferma la dott.ssa Chiara Destro, Archeologa dell’Università di Padova e fondatrice dell’Associazione Culturale LAPIS che si occupa di arte, storia e ricerca, con la quale abbiamo parlato dell’origine delle terme da un punto di vista storico e archeologico.

“Le terme hanno avuto alti e bassi: dal 700 circa i siti termali hanno avuto una vera e propria svolta grazie alle menzioni attuate dall’Università di Padova in ambito medico, fino ad arrivare agli inizi dell’800, dove vediamo la nascita dei primi alberghi dedicati esclusivamente al benessere e alle cure” afferma il dott. Fabrizio Caldara, Direttore Centro Studi Termali Pietro d’Abano e il dott. Marco Gottardo, Direttore Federalberghi Abano e Montegrotto.

Come facevano gli antichi a capire i benefici delle cure termali non avendo delle tecniche affermate?

“Gli antichi avevano una conoscenza molto approfondita relativamente alle acque, basata esclusivamente sull’esperienza. Erano a conoscenza non solo delle varie delle tipologie di acqua, ma l’utilità di ciascuna di esse per ogni patologia/problematica.” continua il dott. Caladra.

“La cura termale è indicata principalmente a chi ha delle patologie croniche, in particolar modo per le persone di età avanzata. Come Agiscono? Togliendo buona parte della componente dolorosa, riducendo l’infiammazione e agiscono anche attraverso la ricostituzione della cartilagine articolare.”

Quanto dura la terapia per chi affronta una patologia cronica?

“Normalmente il ciclo indicato è costituito da 12 fanghi, 12 bagni a cui, solitamnte, vengono affiancati anche 12 massaggi terapeutici. Normalmente dunque, il tutto avviene in 12 giorni. Questa terapia può essere fatta attraverso una prescrizione medica. L’efficacia non è immediata ma i benefici durano nel tempo.” afferma il dott. Calandra.

 

Moltissime altre curiosità si sono susseguite durante l’arco della trasmissione.

Scopri di più ascoltando il podcast della puntata. Clicca qui.

Ascolta Radio Wellness

Redazione

©2019 Radio Wellness®

Condividi su:
Taggato come

Radio Wellness è una testata giornalistica che offre informazioni a carattere generale su salute e benessere.

LA TUA RADIO PERSONALIZZATA

Realizziamo palinsesti totalmente personalizzabili, da non confondere con la nostra webradio che trasmette contenuti…

Leggi tutto