Longiano

Longiano, nel cuore della Romagna. In viaggio con Radio Wellness

Per la sesta tappa di In viaggio con Radio Wellness siamo a Longiano, nel cuore delle colline romagnole. Appuntamento giovedì 1 luglio alle ore 15.00 (e in replica domenica 4 luglio alle 12.00) su RadioWellness.fm. Non mancate!!

Siamo in provincia di Forlì-Cesena, sui primi colli fra Cesena e Rimini.

Il borgo di Longiano

Immerso nella Valle del Rubicone, circondato da vigneti, frutteti, oliveti e posizionato sulle colline che declinano dolcemente verso la pianura che porta al vicino Mare Adriatico, il borgo è un esempio meraviglioso di urbanistica medioevale: il centro storico è molto ben conservato, con una doppia cinta muraria ancora oggi ben visibile.

Inoltre, ad accogliere i visitatori, c’è un Castello di origini medioevali, già residenza dei Malatesta, un’imponente Torre Civica, ben cinque musei, un rifugio bellico, due importanti chiese storiche, un teatro ottocentesco.
Il borgo è circondato da un territorio collinare che offre la possibilità di escursioni lungo strade e sentieri.
Completano il quadro gustose eccellenze enogastronomiche e ottimi ristoranti.

Come sempre ci siamo affidati a Isabella Brega del Touring Club Italiano per farci condurre alla scoperta di Longiano.

Segui il podcast

Dal Castello la vista è sempre mozzafiato: si dominano le colline circostanti e la pianura, e lo sguardo arriva fino al mare Adriatico e alla Riviera romagnola.

Nelle prime settimane di marzo, grazie ai numerosi frutteti che circondano il centro, i tappeti di fiori bianchi e rosa della fioritura primaverile sono uno spettacolo per gli occhi. L’autunno dona alla campagna colori suggestivi, e nel periodo natalizio l’atmosfera si fa magica nel percorso di Longiano dei Presepi.

In primo luogo, è d’obbligo una visita al Castello Malatestiano, e ai tesori della Fondazione Tito Balestra che vi sono custoditi: un’originalissima collezione di opere dei massimi artisti del Novecento italiano, come Guttuso, Maccari, Mafai, Morandi, Sironi, De Pisis, Vespignani, Zancanaro e numerosi altri, più una piccola ma significativa selezione di artisti stranieri: Goya, Chagall, Matisse, Kokoschka.

La visita continua lungo altri quattro musei, che dimostrano l’attenzione della città per la cultura e l’arte: Museo della Ghisa, Museo d’Arte Sacra, Museo del Territorio e Galleria delle Maschere.

Teatro Petrella

Il Teatro Petrella è un gioiello ottocentesco, tipico esempio di teatro all’italiana, decorato e caratterizzato da un’acustica straordinaria e da un’attività artistica ancora vivacissima.

Si possono visitare anche interessanti chiese storiche con capolavori dal Trecento all’Ottocento.

Il Rifugio Bellico è un sotterraneo che attraversa il Centro Storico e testimonia un periodo drammatico per Longiano e la Romagna: i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Le specialità gastronomiche di Longiano

Le specialità gastronomiche della cucina longianese sono sostanzialmente quelle della Romagna: in tavola primi come cappelletti in brodo, passatelli, tagliatelle al ragù, lasagne, strozzapreti; tra i secondi classici gli arrosti, galletto al tegame con pomodorini, coniglio con patate al forno, castrato, e maiale in tutte le due forme, naturalmente da accompagnare con la piadina.

Sulle colline longianesi si coltivano alberi da frutto – ciliegi, peschi, susini, albicocchi – e si producono miele, vini tipici della Romagna – sangiovese, trebbiano, albana – e soprattutto un ottimo olio extravergine di oliva: si può anche visitare l’antico frantoio Turchi, nella frazione di Balignano.

Buona vacanza!!!

Segui anche la scorsa puntata di In viaggio con Radio Wellness, siamo andati a Toirano, in Liguria

Dorotea Rosso

Fonte immagini: Touring Club Italiano

Fonte: emiliaromagnaturismo.it

©2021 Radio Wellness®

Condividi su: