Di Più!

L'App

Google News App

fagioli di guar

Guar, i 6 benefici del “fagiolo indiano”

Alleato di chi ha bisogno di perdere peso ma utile anche in caso di stitichezza, il guar è un alimento dalla molteplici proprietà. Scopri quali nel nostro articolo

Guar, che cos’è

Conosciamo questo alimento in forma di gomma, o farina, che viene estratta dai semi di una pianta erbacea delle leguminose, la Cyanopsis tetragonaloba, coltivata in India, Pakistan, Australia, Africa e Sud degli Stati Uniti. Proprio dal seme di questa si ricava la sua famosa sostanza gelificante: la gomma di guar.

Il fagiolo è formato da tre componenti :

guscio esterno di materiale fibroso (14-15%)

gomma o endosperma (38-45%) che contiene una grande quantità di galattomannano

germe (40-46%) ricco di proteine.

La gomma viene utilizzata nell’industria alimentare (presente nell’elenco degli ingredienti con la sigla E412), farmaceutica, cosmetica, tessile e del tabacco.

Noi consumiamo abitualmente questa sostanza, spesso anche senza saperlo. La possiamo trovare nello yogurt, nei cereali da colazione, in salse, budini ecc…Provate a fare caso alle etichette.

La farina di questo legume infatti è utile perché assorbe l’acqua e gelifica i composti.

Farina di guar nei prodotti fai-da-te

La farina torna molto utile agli amanti dei prodotti home-made come:

  • prodotti da forno (dose consigliata: per l’impasto di biscotti, muffin e torte mezzo cucchiaino di gomma di guar per ogni tazza di farina utilizzata; per il pane 1 o 2 cucchiaini per tazza di farina);
  • frullati,
  • salse (3 cucchiaini per ogni litro di liquido,
  • condimenti,
  • prodotti di bellezza fatti in casa, come dentifricio, creme, balsami e shampoo.

La gomma può essere assunta dalle persone che soffrono di celiachia poiché non contiene glutine ma noi consigliamo sempre, in presenza di patologie accertate, di consultare il medico prima di assumere sostanze nuove.

Leggi anche il nostro articolo sul metodo META.

Proprietà del guar

Secondo alcune ricerche la gomma di guar ha potere ipoglicemizzante grazie alla presenza dei polisaccaridi galatomannani che, unitamente alle fibre, sono in grado di ridurre il carico glicemico del pasto rendendo graduale l’assorbimento del glucosio.

Inoltre la gomma di guar ha importati capacità di ridurre la concentrazione di colesterolo e di trigliceridi. Allo stesso tempo aiuta l’aumento del livello di colesterolo buono, con il conseguente vantaggio di arginare il rischio di problemi aterosclerotici e cardiovascolari.

La sostanza poi favorisce l’aumento di lattobacilli e bifidobatteri che migliorano la salute dell’apparato digerente. Essi infatti favoriscono la digestione e combattono la stitichezza. Le fibre facilitano i movimenti del tratto intestinale e permettono un’espulsione più fluida delle feci.

La farina di guar è consigliata anche per ridurre i fastidi provocati dal colon irritabile e del reflusso gastro-esofageo. Viene usata anche per combattere la stipsi.

In questi casi gli esperti suggeriscono il consumo di gomma di guar parzialmente idrolizzata che, proprio grazie alla sua composizione, consente di raggiungere l’intestino.

Effetti benefici sono stati riscontrati anche nell’impiego della gomma di guar per la riduzione del peso. Questo alimento contribuisce a ridurre il senso di appetito e l’apporto calorico dei cibi

Anche in questo caso è opportuno consultare il medico prima dell’assunzione.  

E’ importante ricordare anche alcune precauzioni nell’utilizzo della gomma di guar. In dosi elevate può causare effetti collaterali a livello intestinale come flatulenza, meteorismo, diarrea e nausea, oltre ad un significativo assorbimento di nutrienti utili all’organismo. Se assunta contemporaneamente ad antibiotici inoltre, la gomma di guar può limitarne l’assorbimento.

Particolare attenzione deve prestare anche chi è allergico alla soia: si raccomanda un uso molto limitato perché la farina contiene tracce di proteine della soia.

Redazione

©2022 – Radio Wellness®

Condividi su: