beauty trend

Qualità e sostenibilità: il mondo del beauty cambia prospettive, 5 nuovi trend per il 2021

La pandemia ha inciso in maniera significativa anche su tutto il comparto del beauty. Vuoi perché siamo diventati più sensibili a tematiche quali la sostenibilità ambientale e l’igiene, vuoi perché abbiamo più tempo per prenderci cura di noi, tutto il mondo legato alla cura e al benessere del corpo ha preso nuove strade. Dalle quali sarà difficile tornare indietro.

bellezza in casa
Bellezza sostenibile e consapevole
Beauty, trend positivo

Quello del beauty è forse uno dei pochi comparti che ha segnato un aumento di fatturato nel 2020: il beauty on line ha registrato un + 38,8% con un giro d’affari che si è attestato sui 670 milioni di euro.

Senza contare le beauty box in abbonamento. Dagli Sati Uniti, dove è nata, l’abitudine di acquistare on line con cadenza fissa delle scatole con svariati prodotti per aver un buon risparmio è arrivata anche in Europa. E i marchi che se ne occupano anche in Italia parlano di un raddoppio dei volumi d’affari nel 2020.

I concetti che quest’anno fanno la differenza sono: qualità, semplicità, sicurezza.

Vedremo meno acquisti forsennati e più attenzione alla scelta del prodotto e delle materie prime, ecco perché per il 2021 si parla di “clean beauty”, cioè di bellezza sostenibile e più consapevole, nel rispetto della persona e del pianeta.

Beauty e bellezza interiore 

Negli ultimi anni nella nostra società si è fatta strada un’idea che si rafforzerà ulteriormente nel 2021, con la complicità del periodo particolare che stiamo vivendo: la bellezza parte anche e soprattutto da dentro. Prendersi cura del proprio corpo, infatti, serve a sentirsi bene e a donarsi non solo il benessere fisico, ma anche quello mentale. Per questo nel 2021, quindi, si assisterà a una crescita del mercato di prodotti contenenti principi attivi naturali calmanti e rilassanti: integratori, beauty foods, beauty drinks.

Beauty e sobrietà

L’arrivo della pandemia ha segnato il crollo di richieste di cosmetici colorati come rossetti, ombretti e fondotinta. Nel primo trimestre del 2020, le vendite di profumi in USA e in Europa si sono ridotte del 13% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Storicamente, il prodotto in grado di attraversare indenne qualsiasi tempesta è sempre stato il rossetto. Uno di quei lussi a basso costo che tutte ci si è sempre potuto permettere anche durante recessioni e guerre.

Considerato però che indossare la mascherina ormai è un obbligo, così come l’ansia per l’igiene, l’uso del rossetto si è ridimensionato, in parte soppiantato da quello della cura della pelle oppure dall’importanza degli occhi, in primo piano proprio in virtù dell’uso della mascherina.

Sono molte le ricerche di mercato che mettono in evidenza come i consumatori stiano privilegiando i prodotti dedicati allo sguardo, da quelli per le sopracciglia a quelli per gli occhi. Non solo, proprio le mascherine hanno spinto verso una ricerca di prodotti mask-proof e no transfer, per non incappare in brutte figure dovute a sbavature a causa del  contatto con le mascherine.

Beauty on line

Lavorare da casa significa sentirsi più rilassati e quindi approcciare le eventuali riunioni da remoto in maniera più easy: meno trucco e più cura di viso e mani.

In tanti hanno maturato l’abitudine a fare trattamenti e cure di bellezza piacevoli anche a casa propria, usando il tempo a disposizione per dedicarsi alla cura del proprio benessere. Ecco quindi l’impennata nella vendita di roller per il viso o spazzole massaggianti per capelli, e poi boom delle candele come delle lozioni per fare massaggi.

Beauty e salute

I consumatori oggi stanno andando nella direzione della scelta del prodotto naturale ma dalle qualità antibatteriche tanto che le aziende che producono profumi ne stanno già sviluppando con proprietà biocide (in grado di eliminare organismi nocivi), prodotti che non solo avranno un buon profumo, ma saranno anche in grado di tenere lontani i germi. Tra gli ingredienti che troveremo sempre di più, ci sarà lo iodio, dalle proprietà antisettiche, e il gluconato, usato per sterilizzare e curare.

Beauty al maschile

Interessanti poi le previsioni che riguardano il beauty al maschile: si stima che il mercato per la cura della pelle degli uomini crescerà di un miliardo di dollari entro la fine del 2024, spinto dalla domanda di prodotti contro l’inquinamento. I marchi e i prodotti di bellezza con basi scientifiche saranno maggiormente richiesti.

Innegabile che l’ansia per l’igiene che ha caratterizzato le nostre vite in quest’ultimo anno ci abbia condotti su una strada dalla quale sarà impossibile tornare indietro.

Leggi anche il nostro articolo sul blog al maschile ideato da uno studente pugliese

Il gentiluomo.it, dal 2019 il blog rivolto al mondo maschile. L’idea di uno studente pugliese diventa tendenza

Redazione

Fonte immagini: Freepik, Giphy

©2021  Radio Wellness®

Condividi su:
Scroll Up