favorite
Categorie
Podcast & Programmi
logo event the castle
Immagine donna che si sfiora il viso con logo Colpropur
logo shine on
Logo wellness notes
Logo body tales
logo fiera Sana
Logo dell'evento radio wellness ad Expodental
copertina podcast cosmofarma 2023
Microfono logo del programma L'Intervista by Radio Wellness
microfono con logo radio salute
foto di Monya sul palco mentre fa attività fisica
Logo Fango Terapia.
logo good morning wellness
logo www - world wellness weekend
logo trasmissione in viaggio con... radio wellness
logo trasmissione intimità e benessere by radio wellness
Logo trasmissione Benessere in Cucina, con un menù e vari cibi lateralmente
logo rock shots
Logo di Giuliana Life Coach
logo yamm festival
Logo punto salute
Locandina Rimini Wellness 2021
Logo wellness time
Wellness Time
Wellness Cafè Week End
Menu
Radio

Scarica l'app!

Seguici!

bambino in guerra

21 settembre 2020: Giornata Internazionale della Pace. L’impegno di Save the Children per i bambini in pericolo

Condividi

Le conseguenze delle guerre e ora anche quelle del Covid-19 minacciano oltre 400 milioni di bambini nel mondo. La denuncia arriva da Save the Children, la ong che opera in 125 paesi e che oggi, 21 settembre 2020, Giornata Internazionale della Pace, lancia la serie podcast “Children of War”.

logo Save the Children
Il logo di Save the Children
L’Istituzione della Giornata Internazionale della Pace
Istituita il 30 novembre 1981 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la Giornata Internazionale della Pace nasce dalla volontà di creare un giorno all’insegna della pace mondiale e della non violenza. La risoluzione che istituisce la Giornata esorta gli Stati membri dell’ONU, le organizzazioni governative e non e gli individui a concentrarsi in questo giorno nella promozione di azioni educative per fare sensibilizzazione sul tema della pace globale. È una giornata fondamentale in un mondo afflitto dalle guerre.
Le azioni di Save the Children nella Giornata della Pace
Save the Children lancia la serie podcast “Children of War” disponibile su Spotify e sui social media dell’Organizzazione: 5 storie di bambini sopravvissuti a 5 guerre nell’arco di 80 anni: dalla II Guerra Mondiale alla “Guerra del Biafra”, dal genocidio in Rwanda alle guerre in corso in Siria e Yemen.
Pace sotto assedio
Sono 415 i milioni di bambini esposti al rischio di un vero e proprio “fuoco incrociato” nelle aree di conflitto in tutto il mondo. Alla violenza delle armi, che sempre più spesso vengono puntate contro i bambini colpendo scuole e ospedali –  quasi 1.000 attacchi nel 2019 –  si aggiunge infatti la minaccia del virus Covid-19 e i suoi effetti collaterali gravissimi per la salute, la nutrizione e l’istruzione dei bambini.
Quale Pace per i bambini in Yemen, Siria, Afghanistan?
In Yemen, dove 5 anni di guerra hanno annientato il già fragile sistema sanitario che ora non ce la fa a rispondere anche al Covid -19. Quattro bambini su 5 hanno disperato bisogno d’aiuto e 30.000 in più rischieranno la vita per la malnutrizione entro il 2020. In Siria, le bombe cadono su ospedali e presidi sanitari. 84 sono stati attaccati dallo scorso dicembre solo nel nord-ovest del paese, lasciando 4 milioni di persone, la metà bambini, senza alcun tipo di assistenza sanitaria per fronteggiare la pandemia. Entro fine anno quasi 3 milioni e mezzo di bambini siriani con meno di 5 anni avranno bisogno di assistenza nutrizionale, e 1 su 8 soffre già di gravi ritardi nella crescita per gli effetti della malnutrizione. In Afghanistan, per le conseguenze del Covid-19, 7,4 milioni di bambini hanno immediato bisogno di assistenza umanitaria e 10 milioni hanno smesso di andare a scuola. Sono alcuni dei dati del rapporto “FUOCO INCROCIATO – I bambini nei conflitti intrappolati dalla pandemia” diffuso Save the Children, l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini e garantire loro un futuro.
5 racconti di guerra per promuovere la Pace
Dietro ai dati ci sono però le storie drammatiche di ciascun bambino colpito. Per questo Save the Children, che è stata ed è presente nelle più drammatiche aree di conflitto del mondo, lancia la prima puntata della serie podcast “Children of War”, cinque storie di bambini sopravvissuti nell’arco di 80 anni ad alcuni dei conflitti che hanno insanguinato e tutt’ora minacciano il mondo. Cinque racconti in prima persona che, attraverso la voce di attori professionisti e la partecipazione dei giornalisti Maria Concetta Mattei e Giorgio Zanchini, disegnano le loro vite e quelle delle loro famiglie travolte dalla violenza, ma ci restituiscono tutta la forza di cui sono capaci i bambini, se aiutati e protetti, nel riuscire a sognare e costruire un futuro diverso nonostante tutto. Il videotrailer della serie Children of War è disponibile al link: https://vimeo.com/458209180/f0be7240eb La prima puntata della serie podcast Children of War è disponibile sul sito di Save the Children alla pagina: https://www.savethechildren.it/cosa-facciamo/campagne/stop-alla-guerra-sui-bambini/podcast-bambini-in-guerra Il rapporto “FUOCO INCROCIATO – I bambini nei conflitti intrappolati dalla pandemia” è disponibile al link: https://www.savethechildren.it/cosa-facciamo/pubblicazioni/fuoco-incrociato “Ci sono cose da non fare mai, né di giorno né di notte, né per mare né per terra: per esempio, la guerra.” Gianni Rodari Leggi anche il nostro articolo su un’altra delle tante, importanti campagne di Save the Children
Il 15 luglio si celebra la Giornata Mondiale dedicata alle capacità dei giovani: iniziative per l’inclusività sociale e gli stanziamenti per l’istruzione
Redazione Fonte: ufficio stampa Save the Children Fonte immagini: Pixabay